Stellantis: il silenzio sui piani Opel erode la fiducia in Germania

I ministri-presidenti di tre Länder tedeschi dove si trovano gli stabilimenti Opel hanno scritto giovedì a Stellantis
stellantis
Stellantis

I ministri-presidenti di tre Länder tedeschi dove si trovano gli stabilimenti Opel hanno scritto giovedì a Stellantis, proprietario della casa automobilistica, lamentandosi della vaghezza della sua comunicazione sui suoi piani per Opel, dicendo che stava danneggiando la fiducia nei confronti del gruppo. A fine settembre Stellantis ha annunciato alla stampa la chiusura per almeno tre mesi dello stabilimento tedesco di Eisenach, citando l’attuale carenza di semiconduttori.

La scorsa settimana, il gruppo PSA-Chrysler risultante dalla fusione ha confermato l’intenzione di rendere gli stabilimenti di Eisenach e Rüsselhseim, il più grande impianto di Opel, entità legali separate, dopo che il quotidiano Handelsblatt ha riportato discussioni in questa direzione. In una lettera all’amministratore delegato di Stellantis Carlos Tavares, che Reuters ha potuto consultare, gli amministratori delegati di Renania-Palatinato, Assia e Turingia si rammaricano di non essere stati informati prima della stampa delle decisioni sugli stabilimenti di Opel.

“Lei, signor Tavares, insieme a PSA, aveva garantito una comunicazione aperta e franca con i rappresentanti degli Stati che hanno installazioni Opel sui suoi progetti per Opel Germania “, hanno scritto Malu Dreyer, Volker Bouffier e Bodo Ramelow. “Ci rivolgiamo a lei con questa lettera per preoccupazione, prima che la fiducia venga rotta con ulteriori annunci inaspettati da Stellantis”, aggiungono nel documento del 14 ottobre.

Carlos Tavares ha promesso in passato che le sue misure per rendere Opel di nuovo competitiva non includerebbero la chiusura di impianti. Tuttavia, i rappresentanti sindacali di Opel a Eisenach la scorsa settimana hanno affermato di temere che l’azienda rinnegasse le sue promesse a causa della carenza di semiconduttori, che Stellantis prevede durerà almeno fino alla metà del 2022. Nella lettera, i vertici dei Länder chiedono che si tenga una videoconferenza con Carlos Tavares per discutere i piani per Opel Germania.

Ti potrebbe interessare: Stellantis, Leasys e Free2move eSolutions insieme a e_mob 2021, il festival della mobilità elettrica

stellantis
Stellantis

Ti potrebbe interessare: FCA Canada: class action contro gli EGR di alcuni veicoli per rischio di incendio

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share