Stellantis: esplosione a Windsor “atto intenzionale”

L’esplosione nello stabilimento di assemblaggio Stellantis di Windsor sarebbe un atto volontario secondo la polizia
Fiat Chrysler Windsor
Fiat Chrysler Windsor

La polizia di Windsor, in Ontario, afferma di ritenere che un’esplosione nello stabilimento di assemblaggio Stellantis dove è costruito il minivan Chrysler Pacifica sia stata intenzionale e il presidente del sindacato locale sta mettendo in guardia i membri dal “colpo di frusta”. Nessuno è rimasto ferito durante l’esplosione in un’area di stoccaggio giovedì sera, ma sono stati

trovati oggetti sospetti sul sito, al secondo piano sul lato ovest della struttura, secondo un messaggio pubblicato venerdì su Facebook dal servizio di polizia di Windsor.

Un’unità di smaltimento esplosivi ha trovato un “pacco sospetto” che era esploso e la polizia ha pianificato ulteriori test come parte delle indagini. L’entità dei danni nell’area non era chiara; la polizia ha notato che non c’era fuoco attivo dopo l’arrivo degli agenti alle 17:45.

L’impianto è stato evacuato dopo l’esplosione, ma il sindacato ha riferito che i lavoratori sono stati autorizzati a tornare più tardi quella notte. “Gli investigatori credono che questo sia stato un atto intenzionale e stanno cercando qualsiasi informazione che possa aiutare a identificare uno o più sospetti”, ha detto la polizia nel loro post.

I portavoce di Stellantis hanno rilasciato una dichiarazione sabato sull’esplosione, ma citando l’indagine, hanno ordinato a un giornalista di porre alla polizia qualsiasi domanda dettagliata: “Giovedì pomeriggio si è verificato un incidente in una sezione vuota dello stabilimento di assemblaggio di Windsor. Non sono stati segnalati feriti.

Le autorità erano sul posto e un’indagine è in corso. Per precauzione, l’impianto è stato evacuato. Da allora lo spazio è stato liberato. e la produzione è ripresa ieri. La salute e la sicurezza dei nostri dipendenti, così come la sicurezza della comunità, sono la nostra massima priorità”.

La casa automobilistica, che possiede anche i marchi Jeep, Ram e Dodge, è nata quest’anno dalla fusione del gruppo PSA, produttore di Peugeot, e di Fiat Chrysler Automobiles. Dave Cassidy, il presidente del sindacato locale che rappresenta i lavoratori dello stabilimento, ha fatto riferimento ai recenti “incidenti” nello stabilimento e alle “notizie difficili” in un messaggio di Facebook ai membri dell‘Unifor Local 444 per sollecitare la calma.

La società, citando la carenza globale di semiconduttori in corso, ha annunciato il mese scorso che avrebbe tagliato un turno nello stabilimento in primavera, colpendo circa 1.800 lavoratori. L’azienda conta circa 4.400 lavoratori nello stabilimento.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: a Melfi proseguono i tagli al personale

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share