Fiat Chrysler: un giudice respinge la causa di GM

Un giudice del Michigan ha archiviato una causa intentata da General Motors contro Fiat Chrysler
Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Un giudice del Michigan ha archiviato una causa intentata da General Motors Co contro Fiat Chrysler Automobiles (FCA), che accusava la rivale di frode e concorrenza sleale. GM ha avviato questo procedimento nel 2019 contro FCA, che ha formato Stellantis fondendosi quest’anno con PSA, sostenendo che il suo concorrente aveva corrotto per molti anni funzionari sindacali della United Auto Workers (UAW) per falsare i negoziati e ottenere benefici, che sarebbero costati miliardi di dollari al gruppo americano.

Il giudice della contea di Wayne, David Allen, venerdì ha respinto l’azione di GM, sostenendo che il gruppo non era riuscito a “dimostrare adeguatamente che Fiat Chrysler ha causato loro un danno reale e legalmente riconoscibile attraverso il suo programma di corruzione”. David Allen ha osservato che le accuse di GM contro FCA hanno attraversato più di un decennio, a partire dal 2009, aggiungendo: “Anche il dramma più emozionante deve finire. Questo non fa eccezione”.

GM stava cercando “danni per un importo da determinare al processo, inclusi, ma non limitati a, miliardi di dollari di danni”. Una portavoce di Stellantis ha reagito domenica indicando che il gruppo aveva sempre considerato la procedura “senza merito”.

Un portavoce di GM ha detto domenica che il gruppo non era d’accordo con la sentenza del tribunale e stava studiando le sue opzioni legali. Nel luglio 2020, il giudice distrettuale degli Stati Uniti Paul Borman ha respinto un’altra azione di GM accusando anche FCA di corruzione, una sentenza contro cui GM ha presentato ricorso.

Ad agosto, la filiale operativa nordamericana di Stellantis, nota come FCA US LLC, è stata ulteriormente condannata dopo essersi dichiarata colpevole di aver cospirato per violare la legge sui “rapporti di lavoro”. Fiat Chrysler, ritenuta colpevole di aver effettuato 3,5 milioni di dollari di pagamenti illegali agli agenti della UAW tra il 2009 e il 2016, ha pagato una multa di 30 milioni di dollari e sarà soggetta a tre anni di supervisione da parte di un monitor indipendente. Ad oggi, 14 persone sono state condannate in relazione alle indagini, tra cui tre ex leader della FCA e due ex presidenti della UAW.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler perde il 19% delle sue vendite negli USA

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share