Stellantis aumenta l’obiettivo di margine di profitto del 2021

Grazie agli ottimi risultati conseguiti fin qui Stellantis ha alzato il suo obiettivo per l’intero anno
stellantis

Stellantis ha alzato il suo obiettivo per l’intero anno sul margine di profitto operativo rettificato a circa il 10% dopo i forti risultati finanziari del primo semestre. Ciò si confronta con una precedente previsione compresa tra il 5,5% e il 7,5% della casa automobilistica, costituita a gennaio dalla fusione tra Fiat Chrysler e il Gruppo PSA. Nel periodo gennaio-giugno, gli utili rettificati pro-forma prima di interessi e imposte (EBIT) sono stati di 8,62 miliardi di euro (10,24 miliardi di dollari) rispetto ai 752 milioni di un anno prima, ha affermato Stellantis in una dichiarazione martedì.

Il margine EBIT del gruppo è stato dell’11,4% nei primi sei mesi, più del doppio della fascia bassa della gamma prevista a marzo, con il Nord America che ha registrato un margine record del 16,1%, sostenuto dai marchi Jeep SUV e Ram truck. Nella regione europea della casa automobilistica, il suo margine è stato di 8,8. per cento. Nello stesso periodo Stellantis ha registrato un free cash flow industriale pro-forma negativo di 1.163 miliardi di euro.

Stellantis ha aumentato le sue prospettive di vendita del settore per il mercato statunitense al 10% di crescita quest’anno, dall’8%, e ha ribadito che prevede un’espansione del 10% in Europa. L’aumento si basa sull’ipotesi di nessun ulteriore deterioramento della carenza globale di semiconduttori che ha colpito l’intero settore e di nessun ulteriore blocco in Europa e negli Stati Uniti a causa della pandemia di COVID-19.

Stellantis è stata colpita da vincoli di produzione causati dalla carenza di semiconduttori nella prima metà. Il problema è costato la produzione di circa 700.000 veicoli e l’impatto sarà simile per il resto dell’anno, ha detto il direttore finanziario Richard Palmer in una telefonata con i giornalisti. Palmer ha affermato che la casa automobilistica non ha visto miglioramenti nella situazione della fornitura di chip prima dell’ultimo trimestre di quest’anno, con una perdita di produzione totale prevista di circa 1,4 milioni di veicoli nel 2021.

Stellantis ha dichiarato di aver realizzato circa 1,3 miliardi di euro di risparmi di cassa netti legati alla fusione nel primo semestre. Palmer si è detto fiducioso che il gruppo avrebbe raggiunto il suo obiettivo a lungo termine di 5 miliardi di euro di risparmi annuali e mirava a raggiungere l’80% di tale obiettivo entro il 2024.

Ti potrebbe interessare: Stellantis è in ritardo nella corsa agli EV? Non necessariamente

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share