Stellantis è in ritardo nella corsa agli EV? Non necessariamente

Secondo alcuni analisti l’avvio ritardato di Stellantis alla corsa verso i veicoli elettrici potrebbe non essere un problema
stellantis

Fiat Chrysler Automobiles non è stata una delle prime contendenti nella corsa dei veicoli elettrici, lasciando il suo successore, Stellantis, a recuperare il ritardo. Ma dato il lento sviluppo del mercato dei veicoli elettrici, i concessionari e gli analisti affermano che il tempismo della casa automobilistica potrebbe rivelarsi giusto.

Non è passato molto tempo da quando l’ex amministratore delegato di FCA Sergio Marchionne metteva in discussione il business case dei modelli elettrici a batteria, mentre faceva di Alfa Romeo, Jeep e Maserati il ​​centro della strategia EV dell’azienda in un piano quinquennale introdotto poche settimane prima della sua morte nel 2018 . Marchionne ha dichiarato che la Chrysler Pacifica Hybrid ha dimostrato come l’azienda potrebbe elettrificare il proprio portafoglio, con tali ibridi plug-in al centro e opzioni completamente elettrificate che entreranno a far parte del mix di Jeep e Maserati entro il 2022.

Marchionne si stava preparando ad aumentare in modo conservativo la presenza elettrica di FCA mentre i concorrenti perseguivano piani più aggressivi. Dopo che FCA si è fusa con il gruppo PSA per formare Stellantis a gennaio, la casa automobilistica ha impegnato oltre 35 miliardi di dollari per l’elettrificazione e il software entro il 2025.

Alcuni concessionari affermano che questo è un ottimo momento per Stellantis per lanciarsi con opzioni elettrificate, indicando il successo iniziale della Jeep Wrangler 4xe ibrida plug-in come un segno che il mercato è maturo. Vedono anche l’influenza del CEO di Stellantis, Carlos Tavares, sulla visione espansiva dell’azienda che richiede un certo livello di elettrificazione in tutti i suoi 14 marchi.

Diventare un leader nel mondo dei veicoli elettrici sarebbe un cambiamento monumentale per Stellantis. L’azienda punta a realizzare oltre il 70% delle vendite in Europa e oltre il 40% negli Stati Uniti entro il 2030 a batterie elettriche o ibride. Entro il 2025, il 98% dei modelli dell’azienda in Europa e Nord America dovrebbe avere opzioni elettrificate .

Il mercato dei veicoli elettrici completi è ancora così piccolo che è difficile dire che Stellantis sia in ritardo alla festa, ha affermato Sam Fiorani, vicepresidente della previsione globale dei veicoli per AutoForecast Solutions, anche se gli investitori di Wall Street pensano che la società si sia mossa troppo lentamente. Escludendo Tesla, Fiorani ha affermato che i veicoli elettrici rappresenteranno solo l’1% delle vendite statunitensi quest’anno. Ma con la crescita di quel mercato, ha detto che sembra che Stellantis sarà pronta.

Per gli ibridi plug-in, Fiorani ha affermato che Stellantis può prendere lezioni dal lavoro di FCA su Pacifica Hybrid e Wrangler 4xe. Si aspetta che l’azienda crei la propria nicchia all’interno degli spazi ibridi plug-in ed EV, “proprio come si sono fatti un nome nelle muscle car, nei fuoristrada e nei pickup a grandezza naturale”.

David Kelleher, presidente dello Stellantis National Dealer Council, ha affermato di aver capito perché Marchionne è stato “decisamente più lento” con gli investimenti nell’elettrificazione. “La loro strategia, ed era accurata all’epoca, era che il mercato non era preparato per questo e non era necessario, e che l’avrebbero tenuto d’occhio”, ha detto Kelleher.

“Ora è ovviamente diventato molto più di un punto focale. Una delle parti migliori di questa fusione è stata che la Peugeot ha già avuto alcune esperienze in questo e stanno premendo il grilletto”. Kelleher ha detto che questo è un buon momento per fare una mossa e ha aggiunto che i rivenditori hanno chiesto l’inventario di Wrangler 4xe. Crede che Stellantis abbia tutto il tempo per sviluppare i suoi veicoli elettrici prima che i clienti inizino a richiederli.

“Chiunque sia in vantaggio, buon per loro, ma non credo che guadagneranno nulla essendo davanti a noi in questo”, ha detto Kelleher. “Tra cinque anni, per l’EV al 100%, anche l’infrastruttura deve recuperare, giusto? L’infrastruttura nazionale deve recuperare e l’intelletto del cliente su questo deve recuperare “.

Ti potrebbe interessare: Stellantis annullerà i contratti di 129 concessionari in Spagna

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
1
Share