GP del Bahrain, Alfa Romeo Racing: intervista a Raikkonen e Giovinazzi

Intervista a Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi
GP del Bahrain, Alfa Romeo Racing: intervista a Raikkonen e Giovinazzi
GP del Bahrain, Alfa Romeo Racing: intervista a Raikkonen e Giovinazzi

Kimi e Antonio hanno tenuto il naso fuori dai problemi all’inizio del GP del Bahrain, tenendosi ben alla larga da guai e rischi mentre tutti giocavano con le strategie. Alla fine non ci sono state ricompense, ma il risultato – e, soprattutto, il modo in cui è stato ottenuto – può darci motivi per essere ottimisti per il futuro. I distacchi sono estremamente ridotti e miglioramenti marginali possono catapultare l’Alfa Romeo Racing nella top ten: la lotta è aperta, partirà da Imola tra tre settimane.

Frederic Vasseur, Team Principal:La gara di domenica ci ha dato una forte indicazione dei progressi che abbiamo fatto negli ultimi dodici mesi. Abbiamo corso con autorità, lasciandoci dietro le Alpine e una Aston Martin e finendo sulla coda dell’altra Aston. Anche anche se lasciamo il Bahrain senza punti, lo facciamo dopo aver recuperato il nostro posto a centrocampo e sicuramente i risultati arriveranno presto”.

Abbiamo dimostrato di essere in grado di lottare dentro e intorno ai primi dieci e possiamo guardare con ottimismo a il resto della stagione. E ‘stata una gara ricca di avvenimenti, anche se il basso tasso di abbandono – solo due ritiri – ci ha fatto tagliare il lavoro quando miravamo a un posto in zona punti. può andare alla prossima gara di Imola, tra due settimane, pronto a lottare ancora per un posto tra i primi dieci“.

GP del Bahrain: parola ai piloti

Kimi Raikkonen: “Non è stata una brutta gara, abbiamo avuto delle belle battaglie e la macchina si è comportata bene, ma è deludente non portare a casa punti quando siamo stati nella top ten per quasi tutta la gara. Se la gara fosse durata qualche giro in più , probabilmente saremmo riusciti a cogliere le vetture davanti ma continueremo a provare. La macchinala sentivo bene, come è andata nei test, quindi è chiaro che abbiamo fatto un passo avanti rispetto allo scorso anno: abbiamo ancora un po’ da lavorare per colmare il divario con le prime cinque squadre, ma continuiamo a lottare per trovare quel qualcosa in più“.

Antonio Giovinazzi:Rispetto all’inizio della scorsa stagione, siamo molto più veloci e abbiamo una macchina molto migliore, quindi possiamo essere contenti del passo in avanti che abbiamo fatto. Non è stato sufficiente per portare a casa punti oggi, ma siamo molto vicino alla top ten e possiamo lottare costantemente per i punti. La mia gara è stata buona, penso di aver ottenuto tutto quello che potevo dalla macchina, ma ovviamente abbiamo perso tempo al primo pit-stop”.

Alla fine, gli errori fanno accadere e dobbiamo imparare da loro e assicurarci di non rifarli la prossima volta; senza il problema, probabilmente sarei stato vicino a dove è finito Kimi.Ora il mio focus è su Imola, che corre di nuovo nel mio paese e speriamo di ottenere un buon risultato per far contenti i Tifosi di casa“, conclude il pilota italiano. Dunque, concluso il GP del Bahrain, attendiamo con ansia il GP sul circuito di Imola.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share