Antonio Giovinazzi: “Nikita Mazepin non ha rispetto”

Giovinazzi critica il comportamento di Mazepin, definendolo irrispettoso
Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi

Antonio Giovinazzi ha criticato Nikita Mazepin per la guida irrispettosa dopo aver rovinato il suo ultimo giro di qualifica a Imola. Al termine della Q1, il primo segmento di qualifica, Mazepin ha seguito Antonio Giovinazzi sul rettilineo principale e ha utilizzato la scia dell’Alfa Romeo per il sorpasso in curva 1. Ciò ha immediatamente compromesso il giro di Giovinazzi, e Mazepin ha subito un errore che ha rovinato il suo stesso tentativo di migliorare.

Dopo l’incidente, è stato trasmesso un messaggio in team radio di Antonio Giovinazzi: “Cosa sta facendo Mazepin, onestamente?” Parlando dopo la sessione, Giovinazzi ha detto che Mazepin ha ignorato un gentlemen’s agreement che esiste tra tutti i piloti.

È abbastanza chiaro“, ha detto Giovinazzi. “Ci rispettiamo a vicenda su questo, all’inizio del giro, e lui non ha rispettato questo. Questo non è proprio corretto per un giro di qualifica. Non ho fatto il mio ultimo giro“.

Antonio Giovinazzi risponde all’attacco di Mazepin. La difesa del pilota russo

Mazepin si è difeso nelle sue interviste ai media post-sessione, dicendo che la situazione alla fine delle qualifiche significa che i piloti devono anteporre i propri interessi a qualsiasi etichetta.

In F1 è un po’ difficile visto che ci sono 20 vetture, ovviamente, nel Q1, che è dove siamo“, ha detto Mazepin. “Tutti escono nello stesso momento e la pista non è abbastanza grande per tutti noi. Abbiamo fatto questa chiacchierata sull’accordo dei gentiluomini e ovviamente non ho avuto problemi con quello. Ma quando ci sono tre secondi sull’orologio, o vai o devi entrare ai box. Quindi non credo che ci sia un problema con esso. Sono qui per fare i miei giri e, sai, siamo tutti nello stesso mondo“.

Il boss di Haas Guenther Steiner ha difeso i tempi della squadra dell’ultimo giro di Mazepin, sottolineando che Giovinazzi avrebbe potuto gestire il suo giro in modo diverso se avesse voluto evitare di essere superato all’inizio del suo tentativo cronometrato.

Non lo stiamo facendo apposta, ma è molto impegnativo alla fine della sessione in sessioni come questa“, ha detto Steiner. “Quindi devi solo andare e sperare per il meglio, perché se non vai, perdi comunque il giro. Non credo si possa chiamare questo un gentlemen’s agreement perché anche Antonio avrebbe potuto andare più veloce; sapeva che Nikita era dietro di lui e aveva bisogno di non prendere la bandiera a scacchi, quindi è un peccato , nessuno lo fa apposta o altro, ma è una corsa e se sei qui a correre, devi cercare di cogliere ogni opportunità che hai“.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share