GP Bahrain: entrambe le Alfa Romeo a punti

Alfa Romeo si è subito portata al quarto posto nel campionato costruttori
GP Bahrain

L’Alfa Romeo F1 Team ORLEN ha aperto la sua stagione 2022 con un’ottima prestazione nel GP Bahrain che ha portato a un doppio piazzamento a punti, con Valtteri Bottas che è arrivato 6° davanti al compagno di squadra, Zhou Guanyu, in decima posizione.

La squadra ha offerto una prestazione offensiva e ha convertito il proprio ritmo in punti, nonostante abbia dovuto recuperare da due partenze difficili: entrambi i piloti sono stati coinvolti in alcune belle battaglie, con Zhou che ha condito il suo debutto in Formula 1 con sorpassi decisi e Bottas che ha sfruttato tutta la sua esperienza pregressa per portare casa un risultato impressionante. I nove punti acquisiti nella serata di ieri mettono la squadra al quarto posto nel Campionato Costruttori così. come abbiamo dovuto fare con l’Arabia Saudita per la gara della prossima settimana a Jeddah.

GP Bahrain: le interviste post gara

Valtteri Bottas: “Sono molto contento del risultato di stasera: per me, ma soprattutto per il team, con due vetture in zona punti, e per Zhou che ha ottenuto punti alla sua prima gara. La gara è andata molto bene, ad eccezione della partenza: ho pattinato molto ed ero praticamente una ‘papera seduta’ per il primo giro, cercando solo di evitare il contatto, quando mi sono stabilizzato, però, avevamo un ritmo davvero buono. Non ci siamo arresi, abbiamo seguito una strategia davvero buona e, alla fine, ho completato una bella rimonta. L’abbiamo fatta giro dopo giro sapendo di avere la macchina per rientrare tra i primi 10. È un ottimo modo per iniziare la stagione: c’è ancora da migliorare, di certo, ma siamo solo alla prima gara dell’anno. La nostra priorità era l’affidabilità e sono felice di aver potuto finire con entrambe le vetture dato che la velocità c’è. Tutti hanno fatto un buon lavoro e stiamo andando nella giusta direzione”.

Zhou Guanyu: “Sono così felice, sono senza parole. Ci sono tante emozioni stasera ma il mio primo pensiero è per la squadra: vedere come tutti hanno lavorato così duramente per passare da dove eravamo alla fine dell’anno scorso a dove siamo oggi è incredibile, il mio sogno più grande era correre in F1, poi fare punti e stasera abbiamo fatto entrambe le cose: essere in griglia prima della gara, con gli altri 19 piloti, era già abbastanza folle, ma la gara stessa è stata così intensa. Non era così fisicamente, ma piuttosto mentalmente: ho avuto un problema alla partenza, la macchina è andata in anti-stallo alla prima curva e poi ho capito che avrei dovuto fare qualcosa di speciale per recuperare la top 10. Ho spinto molto, ho raggiunto Valtteri e poi ha perso nuovamente la posizione in pista quando è uscita la Safety Car, prima di risalire in P10 – una montagna russa, ho cercato di dare tutto quello che avevo stasera perché questo ha significato molto per me e tutti coloro che mi hanno supportato Il giro di defaticamento è stato piuttosto emozionante: sono così orgoglioso della mia squadra e del mio compagno di squadra, per tutto il lavoro che abbiamo fatto insieme per portare a casa questa ricompensa. È un giorno che non dimenticherò mai e mi godrò il momento per un po’, ma poi è tutta attenzione a Jeddah: c’è molto di più che vogliamo ottenere”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share