Fiat interrompe la produzione a Betim (MG) per la seconda volta

La mancanza di microchip costringe Fiat ad interrompere la produzione a Betim per la seconda volta
Betim
Betim

Alla Fiat di Betim ennesimo caso di mancanza di parti per la produzione di veicoli che sta causando avversità nel settore automobilistico. La casa automobilistica, che aveva già parzialmente interrotto le sue attività presso lo stabilimento di Betim (MG) per 15 giorni, sta ora valutando una nuova fermata per lo stesso motivo, come riportato da Automotive Business.

La mancanza di microchip costringe Fiat ad interrompere la produzione a Betim per la seconda volta

I componenti che scarseggiano sono per lo più elettronici. Secondo l’Unione dei metalmeccanici della città, il team che ha ricevuto la vacanza collettiva ha lavorato alla produzione di Mobi e Argo. Questo è un fattore aggravante che ha interessato non solo il marchio italiano, ma anche altri costruttori come Honda, General Motors e Renault che hanno dovuto adottare misure simili a causa della mancanza di parti dai loro fornitori.

Il gruppo Stellantis, titolare della Fiat, ha confermato di aver già comunicato all’Unione che sta valutando la possibilità di concedere ferie collettive a una parte dei dipendenti nei prossimi giorni. Per quanto non abbiano annunciato ufficialmente nulla, il sindacato deve essere informato in anticipo di questa possibilità.

Non si sa con esattezza quali veicoli risentano stavolta della mancanza di componenti, tuttavia, possiamo dire che Fiat Toro non è una delle interessate, poiché la sua produzione è concentrata solo nello stabilimento di Goiana (PE).

Avevamo già commentato qui prima, ma nessun produttore ammette apertamente che il fatto riguarda quando e per quanto tempo tutte le fabbriche di veicoli nel paese dovranno fermarsi per mancanza di componenti elettronici.

In questo scenario, Anfavea stima che la mancanza di input e componenti sia attualmente la più grande minaccia di fermo impianto, molto più dell’aggravarsi della pandemia, che lo scorso anno ha interrotto le linee per più di un mese tra marzo e maggio. L’organizzazione considera la produzione di 396.700 veicoli come una vittoria nei primi due mesi del 2021, praticamente lo stesso volume dello stesso periodo del 2020.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share