Fiat Chrysler fa causa al suo fornitore canadese per carenza di blocchi motore

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Automobiles (FCA) ha citato in giudizio un fornitore dell’area di Toronto, sostenendo che non fornisce abbastanza blocchi motore come promesso per alcuni dei suoi modelli più popolari. Secondo The Detroit News, FCA ha presentato ricorso al tribunale federale degli Stati Uniti contro Martinrea International Inc., con sede a Vaughan, Ontario, a nord-ovest di Toronto.

La casa automobilistica afferma che Martinrea ha “impropriamente e unilateralmente” dedicato una delle sue macchine di produzione, situata in una struttura in Messico, a un altro cliente. La causa afferma che Martinrea si è impegnata a produrre 13.021 blocchi motore a settimana per FCA, ma ora afferma che può fare solo un massimo di 6.247 blocchi a settimana.

I blocchi sono per i motori V6 “Pentastar” utilizzati nella Jeep Wrangler, Gladiator e Grand Cherokee, Dodge Durango, Ram 1500 e Chrysler Pacifica. FCA ha affermato che una carenza di motori potrebbe potenzialmente costare alla casa automobilistica fino a 100 milioni di dollari, oltre a creare arresti e licenziamenti degli impianti.

In una lettera presentata come parte del caso, Martinrea ha incolpato FCA per la carenza, affermando che la casa automobilistica ha deciso di realizzare circa il 30% della sua produzione di fusioni internamente in una struttura in Indiana. Ha inoltre autorizzato Martinea a revisionare sei stampi, anziché otto, lasciando il fornitore senza attrezzature sufficienti.

Il fornitore ha affermato che dopo che FCA ha ripreso gran parte dell’attività di fusione per fare da sola, ha quindi chiesto a Martinrea di produrre 13.000 blocchi motore, “un volume settimanale che FCA non si è mai avvicinato a esigere per molti anni”, si legge nella lettera. Martinrea ha aggiunto che la situazione causata dal COVID-19 hanno reso ancora più difficile evadere l’ordine. FCA richiede che Martinrea adempia al contratto e paghi eventuali danni economici e spese legali.

Ti potrebbe interessare: La Pandemia ritarda la riapertura della fabbrica di FCA in USA

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler ha citato in giudizio un fornitore dell’area di Toronto, sostenendo che non fornisce abbastanza blocchi motore come promesso
Articoli Suggeriti
Total
0
Share