Citroen produrrà tre nuovi modelli negli stabilimenti del Mercosur

Nuova Citroen C3
Nuova Citroen C3

La responsabile del marchio Citroën in Sud America, Vanessa Castanho, ha assicurato che l’Argentina avrà “un ruolo fondamentale” nella nuova strategia di crescita che uno dei leader dell’industria automobilistica svilupperà nella regione. Le parole di Castanho fanno parte della decisione di produrre tre nuovi modelli entro il 2024 negli stabilimenti che l’azienda possiede nei paesi del Mercosur.

In occasione della presentazione internazionale della Nuova Citroën C3 che inizierà ad essere commercializzata nel primo trimestre del prossimo anno, Castanho ha tenuto un’intervista in cui ha fornito i dettagli della strategia per i prossimi anni a livello regionale, il ruolo dell’Argentina, l’aumento dell’integrazione locale dei ricambi auto e la sfida dell’aumento del volume delle vendite.

“La Nuova C3 è il primo modello del progetto “C-Cubo” che prevede il lancio di una famiglia di veicoli con focus sul mercato internazionale entro il 2024, basata sulla creazione di un’offerta competitiva, e pensata per adattarsi alle specificità dei paesi a cui è destinato”, ha spiegato il leader regionale del marchio nato a San Paolo e con 24 anni di esperienza nel settore automobilistico.

I futuri modelli Citroen “saranno prodotti nella regione con una forte integrazione locale di parti e componenti”, nonché una strategia di costo che consente di offrire “automobili moderne, con molta qualità e uno stile accattivante, con attrezzature eccellenti e un totale costo di acquisto e manutenzione attentamente studiato”.

In questo schema di crescita regionale, il dirigente brasiliano, prima donna a guidare l’azienda in Sud America, ha assicurato che “l’ Argentina giocherà un ruolo fondamentale per il marchio, perché ha la più grande quota di mercato di Citroen in Sud America, anche con tutte le difficoltà che si possono riconoscere nella regione».

“Il progetto di internazionalizzazione – ha aggiunto – e il percorso che inizia con questo lancio della Nuova C3 vuole consentire di raggiungere il 30% dei suoi volumi fuori da quel continente dall’attuale 90% delle vendite concentrate in Europa. Il Sud America ha un ruolo molto importante». La maggiore presenza internazionale e il consolidamento del marchio in tutti i mercati in cui opera, comprende anche una visione differenziata per i paesi del Medio Oriente, Africa, Asia e Cina, oltre all’apertura ad altre destinazioni come l’India.

Castanho ha specificato a tal proposito: “Abbiamo una strategia per il Sud America per i prossimi 4 anni e uno dei pilastri è il programma C Cube è il lancio di tre nuovi prodotti che inizieranno con la produzione nel 2022 della Nuova C3 in Brasile , nello stabilimento di Porto Real, e altri due modelli nel 2023 e nel 2024”.

“Questa strategia va oltre il prodotto, che è qualcosa di fondamentale, ma che ha altri pilastri come la comunicazione che è molto più adatta alla realtà della regione, e in particolare in Argentina dove il marchio ha una grande vicinanza ai suoi clienti che noi sappiamo Manterranno la loro fedeltà a questo nuovo modello, ma ci permetteranno anche di conquistarne altri”.

La casa automobilistica in Argentina ha la più ampia gamma del portafoglio che Citroen ha nella regione, e che è integrata con i veicoli commerciali C3, C4 Cactus, C4 Lounge, C5 Aircross e Berlingo, Jumpy e Jumper, a cui aggiungerà quelli che emergerà dalla nuova strategia.

In questo contesto, Castanho ha spiegato che “non è ancora definito” se qualcuno dei due nuovi modelli previsti per il 2023 e il 2024 possa essere prodotto nello stabilimento di El Palomar, a Buenos Aires, in particolare sulla nuova piattaforma CMP che già consente la produzione della Nuova Peugeot 208 in Argentina, dopo un recente investimento di 320 milioni di dollari.

Ti potrebbe interessare: Ecco il successore di Fiat Uno basato sulla Citroën C3

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share