Alfa Romeo: nuovo stop della produzione a Cassino la prossima settimana

La crisi dei chip rallenta ancora lo stabilimento
alfa-romeo-cassino

Si ferma ancora la produzione nello stabilimento Stellantis di Cassino. La prossima settimana, infatti, è previsto un’ulteriore giornata di stop produttivo che seguirà la chiusura già preventivata per il 1° novembre in cui lo stabilimento sarà chiuso per la festività. Il ponte sarà più lungo del previsto in quanto anche il 2 novembre lo stabilimento resterà chiuso e, di conseguenza, la produzione delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio non sarà attiva.

Salvo ulteriori cambi di programma, la produzione dei modelli Alfa Romeo a Cassino dovrebbe riprendere il prossimo 3 di novembre. Per i lavoratori è previsto il ricorso agli ammortizzatori sociali con un’ulteriore decurtazione dei salari. Da notare che anche questa volta, come già accaduto in diverse occasioni da inizio settembre, lo stop della produzione a Cassino è collegato alla mancanza di materiali necessari per l’assemblaggio delle vetture.

In particolare, a mancare sono i semiconduttori che da tempo rappresentano un freno alle attività produttive di Stellantis. Come confermato in occasione dell’annuncio dei dati finanziari del terzo trimestre, Stellantis, tra luglio e settembre, è stata costretta a tagliare il 30% della produzione preventivata su scala globale a causa della crisi dei chip. Al momento, una soluzione non sembra ancora essere stata trovata.

Continua l’emergenza per la produzione Alfa Romeo a Cassino

La crisi dei chip ha peggiorato una situazione già molto difficile per Cassino. Le attività produttive nel sito laziale, infatti, sono ai minimi termini da inizio gennaio, con la fine della produzione della Giulietta. A causa della carenza di semiconduttori si è registrato un ulteriore taglio alle attività produttive. Considerando anche lo stop in programma il prossimo 2 novembre, in totale sono 73 i giorni lavorativi in cui lo stabilimento di Cassino è stato fermo (in altre giornate ci sono stati stop parziali per alcuni reparti).

Anche per le prossime settimane, molto probabilmente, a Cassino si registreranno nuovi blocchi della produzione. Le attività sulla linea Alfa Romeo continueranno a ritmo ridotto per via della mancanza dei componenti necessari per l’assemblaggio delle vetture. Una ripresa potrebbe arrivare soltanto nel corso della prossima primavera, periodo in cui è prevista la partenza della produzione del terzo modello nello stabilimento di Cassino.

alfa romeo giulia stelvio

Anche il Maserati Grecale è stato colpito dalla crisi dei chip

Ricordiamo che la crisi dei chip è la causa della scelta di posticipare la partenza della produzione del Maserati Grecale. Il nuovo D-SUV di casa Maserati era quasi pronto al debutto (la presentazione ufficiale era attesa per metà novembre). La casa del Tridente ha ora riprogrammato i tempi di lancio del Grecale. Il nuovo SUV, basato sulla piattaforma Giorgio, sarà disponibile sul mercato solo nel 2022. La presentazione ufficiale è ora fissata per la prossima primavera quando, si spera, la crisi dei chip si sarà attenuata oppure Stellantis avrà trovato una soluzione. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti legati al futuro D-SUV di Maserati.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share