Ferrari

Ferrari Test F1: analisi del quinto giorno

Binotto Ferrari

La scheda attività può suggerire diversamente, ma la Mercedes ha dimostrato ancora una volta il suo ritmo impressionante oggi nonostante i problemi di affidabilità che li hanno ostacolati nel penultimo giorno di test. Quando i test pre-stagionali sono arrivati alla penultima giornata di giovedì, Sebastian Vettel in Ferrari ha registrato il miglior tempo sul giro, registrando il miglior tempo della Ferrari in questa settimana. Il tedesco ha fermato il cronometro a 1:16.841 sulla gomma C5. Tuttavia, considerando il fatto che il pilota di riserva dell’Alfa Romeo, Robert Kubica, ha registrato ieri un tempo sul giro che era solo un decimo di secondo di ritardo rispetto a quello di Vettel, suggerisce che la Ferrari deve trovare molto più ritmo se vuole lanciare una sfida alla Mercedes.

Il passo gara della Ferrari

Il programma della Ferrari per oggi consisteva in lavori di installazione e simulazione di qualifica su carichi di carburante più bassi e su pneumatici più morbidi la mattina, prima che la Scuderia spostasse la sua attenzione sulla simulazione di gara nel pomeriggio. Sebbene il run di Vettel sia stato interrotto da un periodo di bandiera rossa causato da Lewis Hamilton, la prima impressione è stata che il ritmo di gara della SF1000 era lungi dall’essere incoraggiante.

Il Team Principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha confermato che le simulazioni di gara dei rivali erano deprimenti per la Scuderia. “Se osservi il ritmo della simulazione di gara, è vero che oggi Hamilton ha avuto un problema, ma il suo stint iniziale – la velocità che ha ottenuto è stata impressionante“.

In effetti, Vettel ha percorso 20 giri nel suo primo stint, registrando un tempo medio sul giro di 1:24.05. Al contrario, Hamilton ha iniziato il run allo stesso tempo e ha raggiunto un tempo medio sul giro di 1:23 netto durante i suoi primi 12 giri prima che sopraggiungesse il problema al motore. Le prestazioni nel long run del britannico sono state simili a quelle mostrate lo scorso giovedì quando ha completato con successo una simulazione di gara.

Dopo essere uscito dalla sua nuova auto, il quattro volte campione del mondo ha anche indicato che al momento la Ferrari potrebbe perdere le prestazioni. “In questo momento non siamo in cima alla scheda attività di tutti i giorni, quindi probabilmente non sono i preferiti, ma vediamo dove siamo in Australia e prendiamolo da lì“.

Notizie Correlate
Ferrari

Norris, sorpreso dalla partenza di Sainz per la Ferrari: "Nessuno se lo aspettava"

Ferrari

Alesi: "È bello che Vettel lasci la Ferrari, la sua reputazione era in pericolo"

Ferrari

Webber: "Penso che Vettel si prenderà un anno libero"

Ferrari

Surer: "La Ferrari ha contraffatto il concetto della Red Bull"