Stellantis Vigo prevede altri stop nel 2022

Lo stabilimento Stellantis di Vigo non esclude altri stop nel 2022 a causa della mancanza di microchip
stellantis

La produzione di Stellantis è tornata alla normalità questo mese dopo un’estate turbolenta. I sei milioni di pezzi che arrivano ogni giorno, molti dei quali con microchip, ora arrivano puntuali. Ma il direttore dello stabilimento di Vigo, Ignacio Bueno, assicura che non si può ancora cantare vittoria.

“Non sappiamo ancora cosa accadrà in futuro. Vorrei dire che la situazione sarà migliore ma stiamo per negoziare con i sindacati un nuovo ERTE per il prossimo anno per avere un quadro giuridico a cui ricorrere in caso di ritorno dei problemi di approvvigionamento”. Bueno dice che la fabbrica non può accumulare pezzi perché ogni giorno spende milioni e un magazzino non sarebbe redditizio, quindi la cosa logica è continuare a lavorare così perché si risparmiano molti costi. La fabbrica ha fatto 47 fermate quest’anno che rappresentano perdite per i lavoratori, quindi il CUT si opporrà a un nuovo ERTE, secondo il sindacato.

Nella preparazione del nuovo scenario di lavoro, il gruppo automobilistico ha cercato alleati per lanciare il progetto Facendo 4.0 (Competitività industriale ed elettromobilità attraverso l’innovazione e la trasformazione digitale). Si tratta di un investimento di 22,3 milioni a cui partecipano il CTAG, Aimen, Gradiant e l’Università di VIgo. Fa parte del programma Factory Intelixente che la Xunta finanzia con 12,2 milioni di euro. attraverso la Galician Innovation Agency (Gain), a carico di fondi Feder dell’Unione Europea. L’obiettivo è indagare nuove soluzioni tecnologiche per la fabbrica del futuro, il veicolo del futuro e la connettività, che consentiranno a Stellantis Vigo di essere all’avanguardia nell’efficienza energetica.

Nel settore della fabbrica del futuro, l’obiettivo è generare nuove conoscenze sui processi produttivi per la fabbricazione di veicoli elettrici. Per il veicolo del futuro verranno esplorati nuovi sistemi e interfacce e dispositivi connessi e intelligenti per le future gamme di veicoli elettrici.

In termini di connettività e infrastruttura su Internet of Things, si farà ricerca in quest’area e nel cloud per migliorare le prestazioni (disponibilità, sicurezza, automazione, agilità). Ciò che preoccupa di più è la sicurezza e Gradiant funzionerà su un sistema in cui rispondere efficacemente agli attacchi informatici. Oggi gli hacker possono fermare una fabbrica o un dipartimento ministeriale. Lo abbiamo appena visto in Spagna con il SEPE o l’Ispettorato del lavoro.

Con un periodo di esecuzione di 31 mesi, che termina nel 2023, i partner di Facendo 4.0 si aspettano di ottenere risultati in vari aspetti come il comfort. Il CTAG studierà come risparmiare sui costi di condizionamento dell’aria. Il progetto consentirà l’assunzione di 49 ricercatori tra le istituzioni partecipanti, come evidenziato dall’assessore, Francisco Conde, che chiede al Governo fondi Next Generation per il progetto Autoáncora.

Ti potrebbe interessare: L’inizio della fine di Opel in Germania: cosa cambia per il costruttore con la fusione in Stellantis?

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share