Stellantis inaugura nuovi laboratori in Brasile

Inaugurato in Brasile lo Stellantis Tech Center
Gigafactory stellantis

Lo Stellantis Tech Center per il Sud America, il centro di sviluppo dei veicoli del gruppo, ha inaugurato strutture e attrezzature per progettare, sviluppare e testare veicoli di livello mondiale in Sud America. Negli ultimi tre anni il Tech Center ha ricevuto investimenti per circa R$ 100 milioni, incorporando nuove strutture nel Technological Center e nei 40 laboratori installati presso il Betim Automotive Pole (MG).

In Brasile inaugurazione per lo Stellantis Tech Center

La Fiat Pulse e la Jeep Commander lanciate di recente sono gli ultimi esempi di modelli che sono diventati realtà dai laboratori. I nuovi spazi del Tech Center comprendono tre aree: Ingegneria dei materiali, Laboratorio dei materiali e Diagnosi.

Comprende cinque laboratori, vale a dire: Laboratori Materiali Metallici, Polimeri e Compositi, Chimica e Corrosione, Verniciatura ed Valutazione Estetica e Laboratorio di Fissazione, comprendente Sistemi di Saldatura, Adesivi e Bulloni. Le prove e le valutazioni effettuate in questi laboratori variano a seconda del tipo di materiale da analizzare, e possono essere prove di trazione, analisi frattografiche mediante microscopia elettronica a scansione, analisi chimiche, analisi termogravimetriche, ultrasuoni, radiografia, durezza, metallografia, resistenza alla corrosione, agenti atmosferici, analisi colorimetrica, tra gli altri.

Il Laboratorio Materiali ha il compito di certificare, attraverso prove, analisi e caratterizzazioni, il materiale specificato da Ingegneria dei Materiali in conformità alle norme e ai disegni applicabili. “I materiali e i processi utilizzati nella produzione di componenti e sistemi sono pilastri essenziali della progettazione dei veicoli. È dal punto di vista della lavorazione, delle proprietà, della struttura e delle prestazioni dei materiali che viene fatta la scelta migliore tra questi vari materiali per una data applicazione, al fine di soddisfare i requisiti di progettazione del componente”, commenta Thaises Carvalho, analista di Product Engineering di Stellantis, in una nota pubblicata.

Il focus principale dell’area Diagnosi è la prevedibilità del comportamento dei materiali che compongono il veicolo, cercando di anticiparne il comportamento quando applicati al prodotto. Il processo di Diagnosi è uno script pianificato che consiste nella ricerca del meccanismo causale di un inconveniente o guasto in un componente o sistema in modo da poter adottare misure correttive appropriate per prevenire il ripetersi futuro di questo guasto.

Consiste in una serie ordinata di attività che iniziano con raccolta dati, esami preliminari, prove non distruttive, prove meccaniche, analisi di frattura, metallografia, prove in condizioni di servizio simulate, analisi chimiche e termiche, analisi di tutte le prove disponibili, formulazione di conclusioni e raccomandazioni per eliminare il disagio. Il supporto al processo di Diagnosi è fornito dal Laboratorio Materiali, attraverso analisi, prove e caratterizzazione dei materiali.

Stellantis

Ti potrebbe interessare: Stellantis rallenta in Giappone, male anche Alfa Romeo

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share