Stellantis: il sindaco di Grugliasco scrive a Tavares

Chiesta chiarezza sui piani futuri per lo stabilimento
stellantis grugliasco

Lo stabilimento di Grugliasco è uno dei siti produttivi italiani di Stellantis in maggiore difficoltà in questo periodo difficile per l’intero settore automotive. Negli ultimi giorni sono emerse indiscrezioni, per ora senza fondamento, in merito ad una possibile chiusura del sito che già ha perso alcuni reparti del sistema produttivo, trasferiti al vicino stabilimento di Mirafiori.

Al momento, Stellantis non ha ancora chiarito quale sarà il futuro del polo torinese e, in particolare, quali saranno le future missioni produttive di Grugliasco dove, attualmente, vengono realizzate le Maserati Quattroporte e Ghibli, due modelli caratterizzati da volumi produttivi molto contenuti. Il ricorso agli ammortizzatori sociali per il sito piemontese è costante ed è sempre più importante individuare dei progetti in grado di garantire un futuro al sito.

Sulla questione di Grugliasco registriamo oggi l’arrivo di una nuova lettera aperta che il sindaco del comune pimontese, Roberto Montà, ha indirizzato all’amministratore delegato Carlos Tavares, al direttore Marco Carbonatto ed ai ministri dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, e del Lavoro, Andrea Orlando. In questa lettera vengono toccati diversi punti chiave del futuro dello stabilimento e dei suoi 1.300 lavoratori.

Il sindaco di Grugliasco scrive: “Nel quadro del prossimo piano industriale, il primo e molto atteso del nuovo gruppo Stellantis Vi chiediamo di porre attenzione ai fattori di competitività di questo stabilimento, del tessuto produttivo sviluppato intorno e al valore aggiunto rappresentato dai dipendenti e dalle loro esperienze e competenze”

In merito al futuro, inoltre, il sindaco del comune piemontese sottolinea: “Ci attendiamo non solo che siano fugate le voci, che auspichiamo siano infondate, ma anche che si operi nella logica di rafforzamento del tessuto dell’automotive che Torino e l’area metropolitana possono rappresentare, favorendo la realizzazione di nuovi modelli e della gigafactory”

Per Montà, infine, lo stabilimento di Grugliasco, insieme a quello di Mirafiori, può rappresentare “uno dei pilastri del rilancio dell’automotive italiano, fornendo competenze e quell’amore per il prodotto che ha segnato l’immagine di un marchio importante come Maserati”.

Quale futuro per Stellantis a Grugliasco?

Al momento, le informazioni in merito ai piani di Stellantis per lo stabilimento di Grugliasco sono limitate. Per ora, si va avanti con le produzioni delle Maserati Ghibli e Quattroporte ma per i prossimi anni, ad oggi, non è ancora stato definito un piano produttivo definito ed in grado di sostenere il rilancio del sito torinese.

A Mirafiori, invece, grazie alla Fiat 500 Elettrica ed alla nuova generazione di GranTurismo (al debutto tra la fine dell’anno incorso e l’inizio del prossimo anno) è già partito un programma di rilancio che dovrebbe garantire, in un modo o in un altro, una sostanziale crescita delle attività produttive nello stabilimento nei prossimi anni.

Per Grugliasco, invece, sarà necessario attendere i piani di Stellantis. Ricordiamo che il prossimo 8 di luglio il gruppo rivelerà il suo piano per l’elettrificazione mentre il piano industriale completo dovrebbe arrivare già entro fine anno. Nel giro di pochi mesi, quindi, il futuro di Grugliasco dovrebbe essere ufficializzato, nel bene o nel male. Continuate a seguirci per saperne di più.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share