Stellantis crede ancora nel diesel: nuovi investimenti in Italia

Sono in arrivo i motori diesel Euro 7 mod. B 2.2
stellantis diesel

Lo stabilimento di Pratola Serra, sito produttivo specializzato nella produzione di motori della provincia di Avellino, riceverà nuovi investimenti da Stellantis. Il gruppo, infatti, ha intenzione di continuare la produzione di motori diesel nell’impianto che negli ultimi anni è stato un importante riferimento della produzione di motori a gasolio per il gruppo FCA. In futuro, infatti, è attesa la partenza di un nuovo progetto per la realizzazione di motori diesel per i veicoli commerciali leggeri, segmento di mercato in cui Stellantis è leader in Europa.

Nuovi motori diesel per il sito Stellantis di Pratola Serra

Stellantis produrrà motori diesel in Italia anche in futuro. Il gruppo, infatti, si prepara ad avviare nuovi investimenti per lo stabilimento di Pratola Serra, in provincia di Avellino. Il sito, già oggi sede di produzione di diversi motori diesel, riceverà nuovi investimenti che prolungheranno le attività produttive per i prossimi anni. A partire dal 2024, infatti, entreranno in produzione i nuovi motori diesel Euro 7 mod. B 2.2. Tali motori verranno utilizzati per i veicoli commerciali leggeri del futuro.

La produzione potrebbe essere significativa e potrebbe garantire a Stellantis la possibilità di sostenere le attività produttive nel sito di Pratola Serra che, a causa della crisi di vendite dei diesel, continua a fare i conti con costanti ricorsi agli ammortizzatori sociali. I nuovi investimenti rappresentano un’importante garanzia per il futuro dello stabilimento che diventerà sempre di più un riferimento per la divisione del gruppo dedicata ai veicoli commerciali leggeri.

La scelta di continuare a puntare sulle soluzioni a gasolio e sui nuovi motori diesel Euro 7 mod. B 2.2 è una conferma del fatto che l’attesa riconversione non ci sarà. A Pratola Serra non verranno prodotti motori elettrificati e anche per i prossimi anni si continuerà a puntare sui motori diesel. Nel lungo periodo, questa scelta potrebbe rappresentare un problema significativo per l’impianto. Nei prossimi anni, però, grazie a questi nuovi motori, le attività produttive dovrebbero essere costanti. Maggiori dettagli in merito arriveranno nel corso delle prossime settimane.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share