Stellantis chiude la Maserati di Grugliasco: la reazione dei sindacati

Pareri contrastanti dai sindacati
stellantis grugliasco

Il nuovo piano di Stellantis per il polo torinese sta creando pareri contrastanti e molta incertezza tra i lavoratori e nel mondo sindacale. Il gruppo, ricordiamo, ha annunciato nuovi importanti investimenti per Mirafiori che assorbirà la produzione di Grugliasco. Buona parte delle attività del sito verranno spostate a Mirafiori già quest’anno dando il via ad un programma che si completerà nel 2024.

Tra tre anni, quindi, lo stabilimento di Grugliasco, salvo cambi di programma, chiuderà i battenti. Stellantis punterà esclusivamente su Mirafiori e, stando a quanto dichiarato in queste ore, confermerà i livelli occupazionali, completando una procedura di trasferimento integrale dei lavoratori. Sulla questione legata alla chiusura di Grugliasco ci sono pareri contrastanti tra i sindacati.

Edi Lazzi segretario generale della Fiom Cgil di Torino, ad esempio, mette in evidenza i lati negativi della questione: “È un’altra mazzata per l’economia di Torino. Anche se hanno dichiarato il mantenimento dell’occupazione il dato oggettivo è che chiudono uno stabilimento. La si può guardare da qualsiasi angolazione ma i fatti dicono che in Italia siamo di fronte alla diminuzione della capacità produttiva. Tutte azioni che determinano il calo dell’occupazione complessiva del gruppo”.

Davide Provenzano della Fim Cisl torinese sottolinea: “Abbiamo chiesto che nel trasferimento da Grugliasco a Mirafiori si salvaguardino le professionalità acquisite negli anni dagli addetti di Maserati. Azienda non ha annunciato esuberi e questo è fondamentale” Per Provenzano, inoltre, in futuro: “Le nuove Maserati e le nuove 500 su Mirafiori confermano la missione nel settore Premium. I modelli non mancheranno ma i volumi produttivi sono la vera sfida da consolidare”

Luigi Paone segretario della Uilm, aggiunge: “non siamo interessati a difendere i muri di uno stabilimento, ma auspichiamo che, a fronte della riorganizzazione annunciata, siano confermati sia gli investimenti, sia l’impegno alla piena occupazione” Sul futuro del polo torinese c’è, quindi, incertezza. La preoccupazione sulla chiusura di Grugliasco, infatti, si affianca alla soddisfazione della conferma dei livelli occupazionali con i nuovi investimenti per Mirafiori.

Nelle prossime settimane, i sindacati incontreranno nuovamente Stellantis per entrare nei dettagli in merito ai progetti relativi al futuro del polo torinese ed alla chiusura di Grugliasco.

Cosa farà Stellantis a Mirafiori: nuovi modelli Maserati e Fiat 500 Elettrica

Mirafiori diventerà sempre più centrale per le attività di Stellantis anche se non si seguiranno i volumi di produzione ma si punterà sui modelli premium e di lusso. Nello stabilimento torinese verranno realizzati quattro modelli Maserati di nuova generazione. Il primo progetto a debuttare sarà la nuova generazione di GranTurismo a cui seguirà la nuova GranCabrio.

I due modelli arriveranno sul mercato, rispettivamente, nel 2022 e nel 2023. Da notare che la GranTurismo sarà anche la prima Maserati a zero emissioni ad arrivare sul mercato (probabilmente in un secondo momento rispetto alla variante con motore termica) dando il via alla creazione della nuova gamma Folgore.

Maserati GranTurismo

Successivamente, è atteso a Mirafiori l’arrivo di nuovi modelli Maserati. In particolare, è in programma il debutto della nuova generazione di Quattroporte (attualmente in produzione a Grugliasco assieme alla Ghibli che non avrà una nuova generazione). In arrivo ci sarà anche il nuovo Levante che andrà a sostituire il modello attuale, già prodotto a Mirafiori, completando il poker di modelli da realizzare nello stabilimento.

Resterà parte integrante delle attività produttive di Mirafiori anche la Fiat 500. La city car a zero emissioni della casa italiana è un elemento fondamentale della strategia futura di Stellantis. Nel corso dei prossimi anni, la gamma potrebbe essere ulteriormente espansa con nuovi modelli in grado di garantire un potenziamento delle attività. Ulteriori dettagli sui progetti per lo stabilimento arriveranno in futuro.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share