Stellantis: aumenta la produzione di auto in Italia nel primo trimestre del 2021

I dati sono stati diffusi dalla Fim Cisl
stellantis produzione italia

I dati sulla produzione degli stabilimenti italiani di Stellantis conferma un incremento dei volumi nel corso del primo trimestre del 2021 rispetto a quanto registrato nel primo trimestre del 2020 (segnato a partire dalla seconda settimana di marzo dal lockdown e dalla chiusura degli stabilimenti).

Stando ai dati diffusi da FIM Cisl, infatti, nel corso del primo trimestre del 2021 sono state prodotte 208.242 unità negli stabilimenti italiani di Stellantis. Rispetto ai dati del primo trimestre del 2020 si tratta di un incremento percentuale del +30.9%, un dato che fa ben sperare in vista del prossimo futuro anche se, in questo momento, molti stabilimenti sono alle prese con gli ammortizzatori sociali.

I dati dei singoli stabilimenti

A guidare la produzione automotive in Italia è lo stabilimento Sevel di Atessa, sede di produzione dei veicoli commerciali di Stellantis. Nel sito vengono realizzate il 40% delle unità complessive del primo trimestre del 2021. In totale, alla Sevel, sono state realizzate oltre 81 mila unità nel corso dei primi tre mesi dell’anno.

Per quanto riguarda la produzione di auto, in crescita del 25% rispetto allo scorso anno per un totale di 126 mila unità realizzate, è lo stabilimento di Melfi a guidare la classifica. Nel sito lucano, infatti, sono state realizzate circa 63 mila unità nonostante i fermi produttivi e il ricorso alla cassa integrazione legato in parte alla crisi dei chip ed in parte al calo del mercato europeo.

Alle spalle di Melfi troviamo lo stabilimento di Pomigliano d’Arco. In attesa della partenza dell’Alfa Romeo Tonale, infatti, il sito partenopeo registra quasi 34 mila unità prodotte di Fiat Panda nel corso del primo trimestre. Da segnalare anche le oltre 18 mila unità prodotte nel polo torinese, che comprende Mirafiori e Grugliasco, che ha sfruttato il debutto della Fiat 500 Elettrica.

Molto più indietro, invece, lo stabilimento di Cassino con circa 10 mila unità prodotte tra le Alfa Romeo Giulia e Stelvio (-17% rispetto allo scorso anno). Completa il quadro produttivo lo stabilimento di Modena con 100 unità prodotte di Maserati MC20.

Il commento della FIM Cisl

Il segretario nazionale Fim Cisl, Ferdinando Uliano sottolinea i buoni risultati ottenuti dagli stabilimenti di Stellantis mettendo in evidenza “gli effetti positivi determinati dalla nuova 500 full electric, dai lanci degli ibridi di Jeep Compass, Renegade, Panda e dall’ottima affermazione dei veicoli commerciali, che rappresentano oltre un terzo della produzione complessiva”.

Uliano ricorda poi l’appuntamento del 15 aprile, giorno in cui è fissato l’incontro tra i sindacati e Stellantis per discutere dei nuovi investimenti previsti per gli stabilimenti italiani del gruppo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share