Stellantis: a Termoli primi segnali di normalità post COVID

Annunciata la riapertura degli spogliatoi e della mensa mentre continuano i fermi produttivi periodici nello stabilimento
stellantis-termoli

Lo stabilimento Stellantis di Termoli si prepara a tornare alla normalità, almeno per quanto riguarda la regolare attività lavorativa. Mentre il target della piena occupazione è ancora lontano, ma potrebbe essere raggiunto nel secondo semestre del 2021, nello stabilimento si riducono le restrizioni legate alla pandemia di COVID.

Come confermato dalla Fiom Cgil dopo la riunione del “comitato COVID” dello stabilimento, a partire dal prossimo 3 maggio è confermata l’apertura degli spogliatoi e della mensa ordinaria, che avrà uscite fissate alle 14 ed alle 22. Di fatto, quindi, si tratta di un vero e proprio ritorno alla normalità, a distanza di circa un anno dalla riapertura dello stabilimento dell’allora FCA dopo il lockdown del 2020.

Il nuovo provvedimento servirà a rendere le attività lavorative più lineari. Per i lavoratori, in ogni caso, restano valide tutte le norme previste dal protocollo di sicurezza già adottato da tempo negli stabilimenti dell’azienda, con l’obbligo di mascherina e tutte le altre precauzioni a cui siamo già abituati da oltre anno a questa parte.

Con l’aumentare del numero di vaccinazioni (a maggio in alcuni stabilimenti potrebbero essere realizzati dei centri vaccinali secondo i piani del Governo) nei siti produttivi del Paese ed, in particolare, nei siti di Stellantis si potrebbe registrare un allentamento delle restrizioni che avverrà solo se ci saranno le condizioni di sicurezza per i lavoratori.

Ancora fermi produttivi a Termoli

Mentre i preparativi per la riapertura di mensa e spogliatoi continuano, a Termoli si registrano ancora dei fermi produttivi, in particolare per quanto riguarda la linea del motore T4. Lo stabilimento, già da tempo, sta facendo registrare continui ricorsi agli ammortizzatori sociali con alcune giornate di stop necessarie per evitare un surplus produttivo.

Per il momento, questi fermi produttivi sono destinati a continuare anche nel corso delle prossime settimane. Il rilancio delle attività a Termoli, infatti, avverrà solo nel corso dei prossimi mesi. L‘avvio della produzione del nuovo motore GSE dovrebbe avvenire a maggio. Se il mercato risponderà bene nel corso dei prossimi mesi, i sindacati hanno confermato che in autunno potrebbe essere raggiunta la piena occupazione nello stabilimento.

Trasferte all’estero per alcuni lavoratori

Per circa 30 dipendenti dello stabilimento, inoltre, sono in programma delle trasferte all’estero negli stabilimenti Stellantis di Caën e Trémery. I due siti del gruppo Stellantis, esattamente come Termoli, sono specializzati nella realizzazione di componentistica e, in particolare, di motori e cambi per i modelli del gruppo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share