Mercato

Otonomo e Fiat Chrysler collaboreranno per aumentare l’utilizzo dei dati delle auto

Fiat Chrysler

Otonomo, la principale piattaforma di servizi dati automobilistici, ha annunciato oggi la firma di un accordo con Fiat Chrysler Automobiles (FCA) per ottenere dati aggregati de-identificati da veicoli connessi FCA in Europa. Fornirà nuovi casi d’uso come la mappatura avanzata, la gestione e la pianificazione del traffico avanzate e applicazioni per città intelligenti per supportare la riduzione della congestione e dell’inquinamento negli ambienti urbani guidati dai dati identificati di Otonomo. La collaborazione è iniziata con i dati provenienti da modelli selezionati situati in tutta l’Unione Europea e si prevede che si espanderà quando nuove marche e modelli incorporeranno tecnologie connesse.

La piattaforma Otonomo Automotive Data Services acquisisce i dati automobilistici da più OEM, quindi li protegge, rimodella e li arricchisce in una forma non identificata per soddisfare le disposizioni del GDPR, nonché altri requisiti globali sulla privacy, in modo che i fornitori di applicazioni e servizi possano utilizzarli per sviluppare una serie di offerte nuove e innovative. I fornitori di servizi avranno accesso ai dati sulla folla dei veicoli FCA, tra cui coordinate GPS, eventi di accelerazione, velocità del veicolo, stato della luce e indicatori di salute del motore attraverso la piattaforma di Otonomo, insieme ai dati di altri produttori automobilistici.

Una funzione chiave svolta dalla piattaforma Otonomo è quella di offrire agli OEM soluzioni di de-identificazione e aggregazione dei dati con diversi livelli di supporto. Otonomo Blurring Engine utilizza una sofisticata combinazione di tecniche di sfocatura che possono cambiare in base all’uso previsto dei dati dell’auto. Ciò aumenta il valore dei dati proteggendo al contempo la privacy dei proprietari di auto.

“Otonomo si è da tempo concentrato sulla costruzione di un ecosistema basato sui dati delle auto che sia aperto e inclusivo”, ha affermato Ben Volkow, direttore generale e fondatore di Otonomo. “Il nostro accordo con Fiat Chrysler Automobiles rappresenta un grande passo avanti e creerà un nuovo valore per tutti i partecipanti: fornitori di servizi, conducenti individuali, comuni e società”.

La piattaforma Otonomo Automotive Data Services alimenta un ecosistema di OEM, flotte e oltre 100 fornitori di servizi. La nostra piattaforma neutrale ingerisce in modo sicuro oltre 2,6 miliardi di punti dati al giorno da oltre 20 milioni di veicoli connessi globali, quindi li rimodella, li arricchisce e li designa, per accelerare il time to market per nuovi servizi che soddisfano i conducenti. La privacy in base alla progettazione è al centro della nostra piattaforma, che consente GDPR, CCPA e altre soluzioni conformi alla normativa sulla privacy utilizzando dati aggregati sia personali che non identificati.

I casi d’uso includono servizi di emergenza, mappatura, gestione dei veicoli elettrici, rifornimento su abbonamento, parcheggio, manutenzione predittiva, assicurazione basata sull’utilizzo, misurazione dei media, consegna di pacchi all’interno del veicolo e dozzine di servizi di smart city. Con un centro di ricerca e sviluppo in, Israele e una presenza negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone, Otonomo collabora con dodici settori per trasformare la propria attività con i dati relativi alle auto.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler riavvia gli stabilimenti automobilistici in Messico

Notizie Correlate
Mercato

Mahindra perde la causa contro Fiat Chrysler per aver copiato il modello Jeep

Mercato

Fiat Chrysler: Simon Sproule dice addio dopo soli 4 mesi

Mercato

Chrysler Pacifica: FCA aggiunge AWD anche alla Launch Edition

Mercato

FCA: ecco come sono andate le vendite in Messico a maggio 2020