Ferrari

L’esclusiva Ferrari Monza ora più radicale e con 840 CV grazie a Novitec

Ferrari Monza by Novitec

Uno dei preparatori aftermarket preferiti dagli utenti dell’azienda di Maranello non è altro che Novitec. Lo specialista tedesco non solo ha un vasto catalogo di preparati per i vari modelli del catalogo corrente della Ferrari, ma osa anche modificare i modelli unici e rari, come la Ferrari Monza in edizione limitata.

Le Ferrari Monza sono state presentate nel 2018 poco prima della pubblicazione del nuovo piano strategico e di prodotto 2018-2022 dell’azienda italiana. Si tratta dei primi modelli della nuova serie ICONA della Ferrari, un nuovo passo nel catalogo della casa di Maranello per ospitare nuovi modelli in edizione limitata, ma senza raggiungere il livello di LaFerrari e dei suoi predecessori. Sebbene identiche a tutti i livelli, la Ferrari Monza SP1 e la Monza SP2 sono varianti di carrozzeria diverse dello stesso progetto e si distinguono solo per l’abitacolo, rispettivamente monoposto e biposto.

Le Ferrari Monza hanno una carrozzeria aperta attraente e radicale senza tetto o parabrezza di alcun tipo che si ispira ai classici del marchio italiano, sebbene siano in realtà basati sul telaio e sulla meccanica della Ferrari 812 Superfast. Quindi hanno il V12 da 6,5 ​​litri di quest’ultimo, ma leggermente modificato per erogare 810 CV e 719 Nm di coppia massima. Dopo essere passato per le officine Novitec, il Monza V12 aumenta la sua potenza a 844 CV (832 CV) e 780 Nm di coppia massima grazie a piccoli miglioramenti e l’aggiunta di un nuovo sistema di scarico placcato oro personalizzato per una migliore dissipazione il calore.

Grazie ai nuovi dati sulle prestazioni meccaniche, la Ferrari Monza SP1 di Novitec è in grado di accelerare da 0 a 100 km / h in soli 2,8 secondi, ovvero 0,1 secondi in meno rispetto al modello originale. Per quanto riguarda la velocità massima, lo specialista bavarese non ha dichiarato che cambia rispetto a quella annunciata dal costruttore, quindi possiamo ipotizzare che sia ancora di 300 km / h.

Oltre alle modifiche meccaniche, abbiamo anche trovato uno schema di sospensioni ribassato e più rigido, nonché un nuovo set di ruote Vossen ultraleggere, rispettivamente da 21 e 22 pollici. L’intero pacchetto di modifiche è disponibile sia per la monoposto Ferrari Monza SP1 che per la biposto Ferrari Monza SP2.

Ti potrebbe interessare: Ferrari Roma: l’unione dello stile con la capitale italiana

Notizie Correlate
Ferrari

L'auto speciale Ferrari realizzata per un cliente

Ferrari

Ferrari svela la versione modificata del bestseller Portofino

Ferrari

Ferrari GTC4Lusso: addio al sostituto della Ferrari FF

Ferrari

Ferrari nega che la GTC4Lusso stia uscendo di produzione