News

Imola in trattativa con la Formula 1 per essere in calendario anche nel 2021

Imola

Uberto Selvatico Estense, direttore del circuito di Imola, ha annunciato che la pista italiana vuole continuare ad essere nel calendario di Formula 1 nel 2021 e ci sono già colloqui per far sì che ciò accada. La categoria visiterà il leggendario circuito italiano quest’anno per la prima volta dal 2006. La Formula 1 tornerà a Imola il 31 ottobre e il 1 novembre di quest’anno. La categoria testerà un weekend di due giorni con una singola sessione di prove prima delle qualifiche e della gara.

Selvatico Estense ha spiegato che la vecchia sede del GP di San Marino ha cercato di tornare in calendario per molte stagioni. Pensa che, tra l’altro, la difficile situazione della pandemia abbia favorito gli interessi del circuito. “Abbiamo lottato per questo obiettivo per molti anni. Abbiamo parlato con la direzione della F1 per molto tempo e ora abbiamo raggiunto l’obiettivo che volevamo raggiungere”, ha detto al portale Motorsport.com.

“Penso che il nostro retaggio sia molto importante, siamo molto famosi nel mondo della F1 e questa opportunità si è avverata non solo per il Covid-19, ma anche perché la categoria deve tornare ai circuiti storici di cui i fan sono veramente appassionati “, ha aggiunto. Ora, il piano è di avere una gara nel 2020 ma firmare un accordo per continuare sul calendario la prossima stagione. Sono già state organizzate conversazioni iniziali che potrebbero dare frutti nei prossimi mesi.

“Stiamo negoziando con la F1 per avere una possibilità l’anno prossimo, ma credo che dovremo ancora parlare di tutto dopo la gara. La nostra decisione è molto chiara, siamo guidati dalla nostra passione”. Estense ha annunciato che la gara di questa stagione potrebbe avere fan sugli spalti. Tutto dipenderà dall’evoluzione della malattia e dall’approvazione del governo italiano. “Venerdì, il ministro della sanità ha annunciato che probabilmente dopo settembre consentiranno agli spettatori di partecipare agli eventi. Quindi incrociamo le dita per i fan, ma nulla è sicuro. Tutto cambia da un giorno all’altro”.

Imola non ha dovuto apportare modifiche sostanziali al suo progetto attuale. È vero che la configurazione per il 2020 non avrà la famosa variante Bassa e alcuni cambiamenti sono stati fatti nella scappatoia della curva di Villeneuve dove Roland Ratzenberger ha perso la vita. Michael Masi ha visitato il circuito per un’ispezione ed è rimasto davvero sorpreso dalle sue condizioni. “Abbiamo ricevuto congratulazioni da lui e ne siamo orgogliosi”, ha confermato. “In questo momento non dobbiamo cambiare nulla. Dobbiamo migliorare alcuni dettagli, ma nulla di molto grande o importante. Non dobbiamo cambiare alcuna curva o scappatoia”, ha concluso Selvatico Estense.

Ti potrebbe interessare: Giovinazzi: &#8220Sono un grande sostenitore di 3 Gran Premi in Italia nel 2020

Notizie Correlate
News

Alfa Romeo: ecco come potrebbe essere una futura super car a motore centrale

News

Alfa Romeo: anche a luglio vendite in calo in Italia

News

Alfa Romeo Stelvio Quadridofoglio Racing: rubato raro esemplare

News

Alfa Romeo Montreal subisce un sorprendente rinnovamento in nuovi rendering