Alfa Romeo RacingFerrari

GP Australia: Vettel e Raikkonen non avevano aspettato l’annullamento ma avevano già lasciato la pista

Vettel Raikkonen

Gli ultimi due giorni in Formula 1 sono stati a dir poco frenetici. Un dipendente della McLaren è risultato positivo al test del Coronavirus. Quindi, il team di Woking ha prontamente preparato le valigie e si è ritirato dalla gara. Ciò ovviamente ha portato a molte incertezze sul fatto che la gara procedesse senza la McLaren. Tuttavia, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen hanno avuto un vantaggio nel fare i bagagli e partire. Evidentemente, si sono resi conto che stavano rischiando la vita con qualcosa su cui hanno un controllo limitato. I piloti di F1 rischiano già la propria vita in pista, soprattutto quando hanno un’auto veloce che è in grado di schiantarsi e causare lesioni. Tuttavia, una pandemia globale è una roba completamente nuova e i piloti devono fare affidamento su informazioni degli esperti di salute e delle autorità. Tuttavia, mentre la F1 ha deciso il destino del Gran Premio d’Australia, Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel avevano già lasciato il circuito e preso il primo volo per tornare a casa.

Vettel e Raikkonen non sono stati gli unici

In seguito è emerso che Lewis Hamilton e Charles Leclerc avevano la stessa idea e hanno lasciato anche loro il circuito di Albert Park. Molto più tardi, la FIA decise che non valeva la pena rischiare di mettere in pericolo la vita dei piloti, del personale delle scuderie, dei tifosi o se stessi. In una riunione, le squadre hanno votato se continuare o annullare la gara.

Secondo Auto Motor und Sport, la Scuderia Ferrari, l’Alfa Romeo, la McLaren e la Renault erano già contrari contro le corsa domenica. Tuttavia, artisti del calibro di Mercedes, Racing Point, Williams, Red Bull, AlphaTauri e Haas si sono messi in mezzo. La Mercedes in seguito ha fatto marcia indietro dopo che i capi della Mercedes gli avevano indicato che la corsa non era praticabile. Stranamente, la Haas si era schierata dalla parte di coloro che volevano correre. Questo perché, la maggior parte dei membri dell’equipaggio è stato sottoposto a test per il coronavirus. Fortunatamente, ha prevalso il buon senso ed è stato deciso di non disputare la gara.

Notizie Correlate
Ferrari

Ecclestone suggerisce alla Ferrari di prendere Flavio Briatore in sostituzione di Binotto

Ferrari

Coronavirus: Ferrari ferma la produzione per 2 settimane

Alfa Romeo Racing

Williams prende di mira l'Alfa Romeo nel 2020

Ferrari

Vettel: "L'indagine sulla Power Unit Ferrari non influenzerà il rapporto con Hamilton"