Gigafactory a Mirafiori: diversi settori supportano il progetto

Il progetto è supportato da sindacati, politica e mondo accademico
stellantis-gigafactory

Il progetto della nuova Gigafactory di Stellantis continua ad essere al centro dell’attualità. Nella giornata di oggi si è tenuto l’evento Mirafiori Day, organizzato dalla Fiom ed a cui hanno preso parte diversi esponenti del mondo politico, economico e universitario della Regione Piemonte. L’obiettivo dell’iniziativa è convincere il gruppo Stellantis a realizzare la nuova Gigafactory, il terzo stabilimento di produzione di batterie del gruppo dopo i primi due già in costruzione in Germania e Francia, nel polo produttivo di Mirafiori.

Stellantis ha annunciato l’evento EV Day 2021, in programma il prossimo 8 di luglio. Nel corso di tale evento, che vedrà la partecipazione dell’amministratore delegato del gruppo, Carlos Tavares, dovrebbero essere svelati i piani futuri dell’azienda in merito all’elettrificazione. Tra le ipotesi c’è anche quella di registrare un annuncio ufficiale in merito alla Gigafactory.

Sul tema del nuovo stabilimento di produzione si registra l’intervento del rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco, che sottolinea: “Ci sono tutte le condizioni affinché si possa scegliere Torino per la Gigafactory. E non è solo nell’interesse di Torino, ma dell’intero Paese. Qui a Torino si incrociano formazione, capacità, competenze, storia, industria e innovazione. Così si possono creare nuovi posti di lavoro e far rifiorire la produzione industriale”.

Il progetto di realizzazione di una Gigafactory a Mirafiori sta ricevendo un sostegno generale. Stellantis, per ora, non si è ancora espressa sulla questione. Nel corso dell’EV Day 2021 potrebbero arrivare le prime conferme in merito alla fattibilità del progetto che verrebbe realizzato con il sostegno del Governo italiano.

Per realizzare la Gigafactory si stanno mobilitando anche i parlamentari piemontesi. Stefano Lepri, del PD ha partecipato al Mirafiori Day dichiarando: “Torino se lo merita questa è una delle aree industriali più grande d’Europa, può tornare ad essere un luogo centrale, anche all’interno del gruppo Stellantis”. Presente anche Claudia Porchietto, vicecapogruppo alla Camera di Forza Italia: “Lavoreremo tutti insieme in modo sinergico per portare la Gigafactory qui a Torino, non sarà facile, sarà complesso, ma ci proveremo

I numeri della crisi di Mirafiori

Realizzare la Gigafactory nello stabilimento di Mirafiori rappresenterebbe un’importante inversione di tendenza per lo stabilimento. A chiarire la crisi che sta attraversando il polo industriale ci pensa il segretario della Fiom di Torino, Edi Lazzi, che evidenzia i dati produttivi del recente passato: “Nel biennio 2006-2007 a Mirafiori si sono prodotte 218 mila vetture, nell’ultimo biennio siamo arrivati a 28mila. In 13 anni hanno chiuso 370 imprese dell’indotto e si sono persi 32mila posti di lavoro. Serve un’inversione di tendenza. Basta con la cassa integrazione”.

Per il futuro, a Mirafiori è partita da meno di un anno la produzione della Fiat 500 Elettrica. La city car, grazie all’avvio della commercializzazione extra europea, potrebbe registrare un’importante crescita della produzione ma da sola non potrà certo garantire il futuro del sito. In via di sviluppo ci sono i progetti del futuro di Maserati, a partire dalla nuova generazione di Maserati GranTurismo che sarà il primo modello del Tridente ad essere dotato di una versione a zero emissioni. Per eliminare il ricorso agli ammortizzatori sociali, però, serviranno nuovi investimenti.

La Gigafactory potrebbe avere effetti positivi notevolissimi sul polo industriale e su tutto l’indotto. Stellantis sarà chiamata, quindi, a prendere una decisione molto importante in merito a quello che sarà il futuro dell’intera area industriale e non solo dello stabilimento di Mirafiori. Maggiori dettagli arriveranno di certo nel corso delle prossime settimane.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share