Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Automobiles ha registrato un calo del 2% delle vendite americane a febbraio, penalizzato dalla minore domanda per le sue vetture Fiat 500 small city e Jeep Compass. Il gruppo italo americano del numero uno Mike Manley ha dichiarato che le vendite di febbraio sono scese a 162.036 veicoli, da 165.903 un anno prima. Si ferma dunque a febbraio la striscia di risultati positivi che FCA era stata capace di ottenere negli Stati Uniti per ben 11 mesi di fila.

Il marchio Jeep ha registrato un calo del 4% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Le perdite del marchio Jeep arrivano nonostante il miglior mese di febbraio di sempre per la Jeep Cherokee, in rialzo del 31% il mese scorso. Le vendite del Wrangler sono calate del 6 per cento mentre il Renegade  ha visto diminuire le proprie consegne del 28 per cento. Il marchio Ram è stato l’unico marchio FCA a registrare un aumento il mese scorso, con un incremento del 24 percento con un guadagno del 20 percento per i pickup Ram.

Le vendite di Chrysler sono calate del 36 per cento con tutte le auto del marchio che hanno registrato un calo delle vendite per il mese, compreso un calo del 32 per cento nelle vendite del minivan Pacifica. Il marchio Dodge ha perso l’8 per cento, la Fiat ha perso il 50 per cento e l’Alfa Romeo ha perso il 13 per cento con 1.362 unità immatricolate.

Ti potrebbe interessare: Le vendite di Fiat Chrysler aumentano del 10% in America Latina