Fiat Chrysler: GM presenta una causa contro l’ex vicepresidente della UAW Joe Ashton

General Motors ha intentato una causa questa settimana contro l’ex vicepresidente della United Auto Workers Joe Ashton per il suo presunto ruolo in un piano finanziato da Fiat Chrysler
FCA e GM
FCA e GM

General Motors ha intentato una causa questa settimana contro l’ex vicepresidente della United Auto Workers Joe Ashton per il suo presunto ruolo in un piano finanziato da Fiat Chrysler per forzare una fusione tra le due società automobilistiche. L’ultima mossa rappresenta un approfondimento della faida legale tra GM e FCA nel contesto di una crisi economica sempre più profonda e dell’aumento delle pressioni finanziarie da Wall Street.

La causa, che contiene ulteriori dettagli sulla corruzione di UAW, è una continuazione degli sforzi di GM per richiedere i danni a FCA per la massiccia corruzione dei funzionari UAW da parte del suo rivale. I pagamenti sarebbero stati effettuati per ottenere contratti di concessione che derubano i lavoratori automobilistici di miliardi di dollari in salari e benefici. GM afferma di essere stata danneggiata dallo schema di corruzione perché non ha ricevuto gli stessi risparmi sui costi per gentile concessione della UAW come ha fatto FCA.

L’ultima mossa legale di GM segue il rigetto da parte del tribunale di una precedente causa per racket che GM aveva presentato contro FCA. La causa contro Ashton elabora ulteriormente l’affermazione di GM secondo cui FCA ha condotto una massiccia operazione di corruzione volta a cooptare i funzionari UAW che includevano pagamenti per un totale di milioni di dollari incanalati attraverso conti bancari offshore segreti. Secondo GM i pagamenti si sono aggiunti alle tangenti e all’appropriazione indebita documentata dai pubblici ministeri federali che hanno portato all’incriminazione di 11 funzionari della UAW, inclusi gli ex presidenti UAW Gary Jones e Dennis Williams.

In risposta alla causa, FCA ha definito l’atteggiamento di GM come un “rimaneggiamento delle assurde teorie del complotto” nella sua precedente azione legale e ha chiesto ai tribunali di respingere la denuncia. Martedì, GM ha anche citato in giudizio Alphons Iacobelli e Fiat Chrysler in relazione allo schema di corruzione UAW. Iacobelli, capo negoziatore per FCA nei colloqui contrattuali del 2015, sta scontando una condanna a 5 anni e mezzo di reclusione per il suo ruolo nell’incanalare tangenti all’UAW tramite il centro di formazione congiunto UAW-FCA.

Ti potrebbe interessare: GM continua la battaglia legale con FCA con una nuova causa

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share