Ferrari

Ferrari responsabile ma non soddisfatta: il limite di budget è anticoncorrenziale

Binotto Ferrari

La Ferrari ha dovuto sopportare molto negli ultimi anni nei negoziati sul futuro della Formula 1. In effetti, oltre al budgetcap, lo sviluppo di alcune parti è stato congelato e sono state introdotte parti standard. Tutte cose che la Ferrari non guarda con favore, eppure il team ha scelto di non usare il suo famigerato veto. La Ferrari è l’unica squadra con un voto di veto quando si tratta dell’introduzione di nuovi regolamenti. Solo se questi regolamenti hanno a che fare con la sicurezza, non sono autorizzati a usarli. Quindi per il tetto del budget, dove la Ferrari è stata colpita duramente, avrebbero potuto farlo. Mattia Binotto spiega a RaceFans.net perché non l’hanno fatto.

“In primo luogo, il veto è solo qualcosa alla fine del processo se sei completamente contro ciò che sta accadendo. In secondo luogo, come ho detto prima, è una questione di senso di responsabilità, che il bene della F1 è il buono della Ferrari e il bene della Ferrari è il bene della F1, viceversa. Quindi penso che non sia una battaglia. Non siamo in posizioni opposte. Dobbiamo collaborare alla soluzione giusta “. La Ferrari, in parte ispirata alla crisi della corona, assume quindi un tono conciliante. Binotto, d’altra parte, è onesto sul fatto che non sono completamente soddisfatti del risultato dei negoziati e hanno anche dei dubbi sulla direzione che lo sport sta prendendo. Soprattutto quando si tratta di congelare e standardizzare le parti.

“È anti-Formula 1? Penso che il congelamento dei componenti e il congelamento del telaio il prossimo anno siano in qualche modo “anticoncorrenziali”, ma penso che la decisione presa sia una responsabilità nei confronti dello sport perché stiamo affrontando una situazione molto difficile con il Covid ” ha concluso il numero uno del team del cavallino rampante.

Ti potrebbe interessare: Binotto: COVID-19 ha avuto molta influenza sulle decisioni della Ferrari

Notizie Correlate
Ferrari

Consigli per Sainz: "Deve essere in grado di controllare le paure alla Ferrari"

Ferrari

Norris, sorpreso dalla partenza di Sainz per la Ferrari: "Nessuno se lo aspettava"

Ferrari

Alesi: "È bello che Vettel lasci la Ferrari, la sua reputazione era in pericolo"

Ferrari

Webber: "Penso che Vettel si prenderà un anno libero"