Montoya:
Montoya: "Il problema di Vettel è la SF90"

La Ferrari dice che la sua decisione di portare avanti il ​​suo primo aggiornamento della stagione in Formula 1 è stata una chiamata “last minute” fatta alla vigilia del Gran Premio di Spagna.

In una rinnovata spinta a colmare il divario con i rivali Mercedes, la squadra italiana ha introdotto un potenziato propulsore a Barcellona che era stato originariamente programmato per essere portato al Gran Premio del Canada di giugno.

Parlando dopo il Gran Premio di Spagna, il team principal Mattia Binotto ha spiegato il pensiero alla base della spinta di sviluppo della prima stagione della Ferrari.

Ferrari: le parole di Mattia Binotto

Penso che quando abbiamo iniziato la stagione in Australia ci siamo resi conto che ci sono state delle prestazioni che necessitavano di recupero per i principali concorrenti e quindi era importante per noi spingere il più possibile sullo sviluppo“, ha detto Binotto.

Continuiamo a credere che lo sviluppo sarà un fattore chiave in questa stagione, quindi penso che qualunque programma lo anticipiamo è nostro dovere e nostro compito farlo. Abbiamo deciso molto presto in questa stagione di anticipare il programma sul motore. È stato un grande sforzo e non semplice o ovvio, ma è stata una decisione dell’ultimo minuto introdurla. Abbiamo appena concluso l’intero processo di omologazione negli ultimi giorni. L’abbiamo fatto perché eravamo convinti che avrebbe potuto essere importante anche qui. Forse importante nelle prossime gare e forse anche a Monaco“.

Nonostante una serie di aggiornamenti, la Ferrari ancora una volta è rimasta indietro rispetto alla Mercedes in Spagna, mentre è stata battuta anche dal pilota della Red Bull Max Verstappen.

Prima di giudicare la nostra prestazione devo dire complimenti alla Mercedes che finora è stata molto forte in questa stagione, quindi merita per come hanno fatto molto bene e ha lavorato molto duramente che non è una sorpresa“, ha detto Binotto.

Dalla nostra parte possiamo lavorare molto duramente e molto bene. La stagione è ancora lunga e non ci arrenderemo mai. Questo è il nostro approccio. C’è molto da imparare da qui. Siamo delusi per la gara e le prestazioni durante il weekend. La nostra speranza era di offrire di più. Abbiamo portato alcuni aggiornamenti, aerodinamici e motori, qui e ci aspettavamo di essere in qualche modo in lotta, ma non è stato il caso. Gli aggiornamenti hanno funzionato bene, in termini di potenza, velocità sul dritto, siamo abbastanza bravi, ma certamente abbiamo alcuni punti deboli sulla vettura che sono stati evidenziati questo fine settimana. Sta a noi valutare e migliorare in futuro. Può solo renderci più forti in futuro – questa è la storia finale di questo fine settimana“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here