Alfa Romeo Racing

Cosa succede all’Alfa Romeo? Vasseur parla del pericolo di essere la nuova Williams

Alfa Romeo Racing Vasseur

Già nel 2019 le cose non andavano abbastanza bene all’Alfa Romeo, che chiudeva la stagione in ottava posizione nel campionato costruttori solo davanti a Haas e Williams. Finora nel 2020 dopo sei Gran Premi, la squadra italo-svizzera sembra andare ancora peggio dopo aver ottenuto solo due punti grazie al nono posto di Antonio Giovinazzi nella prima gara della stagione.

Mentre il ritmo di gara dell’Alfa Romeo C39 è stato discreto in alcune gare, la velocità delle qualifiche non sta chiaramente mostrando miglioramenti ed è comune vedere Kimi Räikkönen e Antonio Giovinazzi partire dall’ultima fila della griglia. Finora, uno dei due è sempre partito in quella posizione, con il 15 ° posto del finlandese nella classifica spagnola che è stato il migliore della stagione finora.

“È una sensazione un po’ strana perché siamo chiaramente in una situazione molto difficile per le qualifiche”, ammette Frédéric Vasseur a questo proposito. “Ma abbiamo sempre recuperato bene in gara con un ritmo decente”.

Il direttore dell’Alfa Romeo ammette che sarà difficile ribaltare la situazione, in quanto i regolamenti sono diventati molto restrittivi per combattere la crisi del coronavirus. “È una sfida perché lo sviluppo dell’auto è quasi tutto congelato. La parte del motore non è nelle nostre mani, quindi voglio concentrarmi su ciò che posso controllare o su ciò che posso migliorare.

Ai limiti della vettura si deve aggiungere un motore molto scadente, frutto dell’indagine FIA ​​che ha portato ad un accordo privato con Ferrari. Sebbene i termini di questo accordo non siano noti, è chiaro che il miglior motore del 2019 è diventato il peggiore del 2020, ed è anche impossibile migliorarlo prima della prossima stagione.

“Abbiamo avuto molte discussioni interne e ho detto ai ragazzi:” Dimenticate il motore “. Sono affari della Ferrari, faranno tutto il possibile per se stessi”, afferma Vasseur. “Restiamo concentrati sul telaio, sulla guida e sul cercare di migliorare il tutto. Non è solo il motore, anche in qualifica.”

Ti potrebbe interessare: Vasseur confida che Alfa Romeo migliorerà e andrà a punti con regolarità

Notizie Correlate
Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo: a Monza fuori dai punti in una gara che poteva darle di più

Alfa Romeo Racing

Tatiana Calderon parla del suo approdo in F1

Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo è carente in diverse aree con la C39 secondo Vasseur

Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo, Anteprima GP Italia: "Serve più ritmo se vogliamo finire a punti"