Bottas: l’ottimo stato di forma merito di Alfa Romeo

Valtteri Bottas ha attribuito la sua recente ottima forma alla “serenità” offertagli da un contratto pluriennale con Alfa Romeo
Valtteri Bottas
Valtteri Bottas

Valtteri Bottas ha attribuito la sua recente ottima forma alla “serenità” offertagli da un contratto pluriennale con Alfa Romeo. Il finlandese è stato annunciato come il sostituto di Kimi Raikkonen nel team di Hinwil per il 2022 in poi, in vista del weekend del Gran Premio d’Italia in cui Bottas ha ottenuto il miglior tempo in qualifica e la vittoria in volata. Da allora domina il Gran Premio di Turchia e conquista la pole in Messico, ribaltando le sorti di un primo periodo difficile dell’anno.

Bottas: merito di Alfa Romeo il suo attuale stato di forma

Da quando è arrivato alla Mercedes, Bottas non ha mai ricevuto un contratto che durasse oltre una stagione e crede che questo abbia avuto un effetto sulle sue prestazioni. “Probabilmente ha avuto un effetto su di me più grande di quanto pensassi”, ha detto Bottas, quando gli è stato chiesto come l’accordo con l’Alfa Romeo lo abbia influenzato. “Una volta che tutto è stato fatto e ho saputo cosa avrei fatto per i prossimi anni, mi sono sentito, più libero e con meno pressione in un certo senso – come un peso sollevato dalle mie spalle. Quella era la mia sensazione.”

“È qualcosa che non ho mai avuto prima, che so che in realtà posso concentrarmi su qualcosa con la squadra con me per alcuni anni a venire, non concentrarmi solo su un anno. “Normalmente, sono tipo sei mesi che devo lottare per il mio posto. Solo essere in grado di avere quel tipo di fiducia dalla mia squadra, che so che farò il meglio che posso per alcuni anni, è bello. “Posso davvero concentrarmi sul lavoro e pensare a cosa farò l’anno prossimo”.

Bottas ha anche sopportato contratti di un anno durante il suo periodo con la Williams dopo essersi unito allo sport nel 2013. Ora che si sente più soddisfatto della capacità di pianificare il futuro, il pilota della Mercedes ha riflettuto sul fatto che tali contratti “non funzionano”. Sul fatto che sia diventato più difficile durante il suo periodo in Mercedes distrarre dalle pressioni di un contratto a breve termine, Bottas ha spiegato: “Lo fa.

“Di nuovo, ognuno è individuale con come affronta la pressione e quale tipo di pressione e che tipo di durata della pressione. “Ma per me, cinque anni in quella situazione simile, senza mai riuscire a pensare per più di sei mesi… non funziona.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share