Alfa Romeo Racing: la strategia di Williams per non farsi superare

Ecco come il team Williams cercherà di respingere il team Alfa Romeo per l’ottavo posto nella classifica costruttori di F1
Williams Alfa Romeo
Williams Alfa Romeo

Il capo delle prestazioni del veicolo della Williams, Dave Robson, ha definito l’attacco come la migliore forma di difesa mentre la squadra cerca di respingere il team Alfa Romeo per l’ottavo posto nella classifica costruttori di F1. La Williams è andata sempre più rafforzandosi dopo aver terminato i suoi due anni di attesa per il punteggio con Nicholas Latifi e Geroge Russell che sono tornati a casa inaspettatamente al settimo e ottavo posto in Ungheria.

Solo in Olanda la squadra non è riuscita a ottenere punti da quando Russell è salito sul podio, anche se in circostanze non convenzionali, in Belgio. Tuttavia, sia il podio del Gran Premio del Belgio che i punti in Russia sono stati ampiamente assicurati nelle qualifiche, con la Williams che ha giocato alla perfezione con la sua strategia di pneumatici.

Alla domanda se i 16 punti di margine sull’Alfa Romeo consentissero di correre certi rischi, Robson ha detto: “Penso che ci sia del vero in questo. “Soprattutto quando si verificano giorni come sabato perché quello era il tipo di opportunità in cui avrebbero potuto tornare a prenderci d’assalto e in questa occasione, non hanno avuto una grande giornata e abbiamo fatto bene.

“Quindi questo sblocca sicuramente un po’ di libertà. Ma penso che possiamo avere fiducia nelle decisioni che abbiamo preso e possiamo continuare con questo approccio e c’è molta verità nell’offesa che è una buona forma di difesa in questo tipo di situazione. “È molto meglio essere davanti a loro e quindi controllare le cose durante la gara”.

I 23 punti registrati da Williams in questo periodo eclissano gli otto punti segnati in totale nei tre anni precedenti, sebbene rimangano lontani dagli 83 del 2017. Nonostante abbia goduto delle ricompense derivanti dall’assunzione di rischi da parte di Williams, Robson è stato rapido nel sollecitare cautela contro l’autocompiacimento.

“Allo stesso modo, dobbiamo stare un po’ attenti a non perderci nella nostra arroganza perché al momento va tutto bene e manteniamo lo slancio e continuiamo a prendere quelle decisioni”, ha aggiunto. “Quel cuscino lo aiuta e, si spera, lo aiuti a crescere”. Insomma Alfa Romeo è avvisata.

Ti potrebbe interessare: Williams mette sotto pressione l’Alfa Romeo

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share