Alfa Romeo Racing: “I colloqui con Andretti non hanno avuto impatto sui piani 2022”

Le discussioni con Andretti non hanno rallentato
Valtteri Bottas in Alfa Romeo Racing, spiega Vasseur

Il marchio automobilistico americano Andretti era in trattative con i proprietari della Sauber – che gestisce il team di F1 a marchio Alfa Romeo – per una possibile acquisizione nell’autunno dello scorso anno. Andretti gode già di una presenza in IndyCar, Formula E, Supercars ed Extreme E, e stava cercando di estendere la sua portata alla F1 acquistando una partecipazione di maggioranza nel Gruppo Sauber.

Michael Andretti aveva pianificato di schierare il pilota della Andretti Autosport IndyCar Colton Herta in uno dei posti di F1, solo che l’accordo è andato in pezzi all’undicesima ora a causa di quelli che Andretti ha chiamato “problemi di controllo”.

Meno di due settimane dopo che Andretti ha confermato che l’accordo era saltato, l’Alfa Romeo ha annunciato che il pilota di F2 Guanyu Zhou avrebbe completato la formazione piloti per il 2022, in coppia con Valtteri Bottas. Sebbene l’accordo con Andretti avrebbe avuto un enorme impatto sull’operazione Sauber e sui suoi piani per la F1 per il futuro, il team principal Vasseur ha chiarito che i colloqui non hanno avuto alcun effetto sui suoi preparativi per il 2022 oltre a spingere la tempistica per alcune decisioni.

Le parole di Vasseur del’Alfa Romeo Racing

Non ci siamo fermati affatto al lato tecnico e non ha rallentato affatto lo sviluppo, questo è certo“, ha detto Vasseur a Motorsport.com. “In alcune discussioni, su sponsor, piloti e così via, dovevamo essere un po’ presenti. Ma alla fine non cambierà la situazione. Non ha avuto alcun impatto, tranne per il fatto che abbiamo posticipato alcune decisioni”.

Alla domanda se ritenesse che fosse una distrazione per la squadra, Vasseur ha risposto: “No, è stata una distrazione per me“. Bottas e Zhou si sono uniti all’Alfa Romeo per il 2022 come parte di una formazione completamente nuova, sostituendo gli uscenti Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi.

La squadra sta cercando di riprendersi quest’anno in base ai regolamenti tecnici rivisti dopo essere scivolata al nono posto nel campionato costruttori nel 2021. L’arrivo di Zhou, il primo pilota cinese di F1, offrirà una spinta finanziaria alla squadra grazie alla sua serie di sponsor, mentre Bottas si unisce armato di cinque anni di esperienza dalla squadra Mercedes vincitrice del campionato.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share