Alfa Romeo Palade sarà il nome del nuovo B-SUV?

Alfa Romeo Palade potrebbe essere il nome scelto per il futuro B-SUV della casa automobilistica del Biscione
Alfa Romeo Palade
Alfa Romeo Palade

Secondo Carscoops il futuro Alfa Romeo B-SUV il cui debutto dovrebbe avvenire nel corso del 2023 si potrebbe chiamare Alfa Romeo Palade. Al momento si tratta di semplici ipotesi avanzate dal famoso sito web che comunque ha precisato che in questo nome non c’è nulla di sicuro. A proposito del nome di questo modello ricordiamo che a lungo si è definito tale SUV con il nome di Alfa Romeo Brennero.

Alfa Romeo Palade sarà il primo modello completamente elettrico della casa automobilistica del Biscione. Il veicolo sarà prodotto a partire dall’autunno del 2023 presso lo stabilimento Stellantis di Tychy in Polonia. Questo veicolo verrà realizzato sulla piattaforma Peugeot-Citroën eCMP a cui Alfa Romeo ha avuto accesso quando PSA si è fusa con FCA per formare Stellantis. Questa è la stessa piattaforma già utilizzata da numerose piccole berline e SUV a trazione anteriore tra cui Peugeot 208 e 2008, DS 3 Crossback e Opel Corsa e Mokka.

Ma a differenza di quelle vetture, Alfa Romeo Palade dovrebbe offrire la scelta della trazione anteriore e integrale, con la potenza all’asse posteriore proveniente da un motore elettrico. Anche il nuovo baby SUV sub-Renegade di Jeep e una piccola Fiat simile al concept Centoventi del 2019 condivideranno questa configurazione e saranno costruiti nello stesso stabilimento di Tychy in Polonia.

Alfa Romeo Palade avrà versioni ibride e a benzina, ma ovviamente tutti gli occhi saranno puntati sulla versione EV, la prima auto elettrica dell’Alfa Romeo. Se le sue specifiche corrispondono a quelle dell’e2008, l’EV sarà alimentato da un motore elettrico da 134 CV montato anteriormente che invia la sua potenza esclusivamente alle ruote anteriori.

Una batteria da 50 kWh dovrebbe essere sufficiente per circa 200 miglia (320 km) di autonomia e il Palade dovrebbe essere in grado di raggiungere i 100 km/h in 8,5 secondi. Ma se il futuro modello di Alfa Romeo sarà configurata per offrire energia elettrica all’asse posteriore sui modelli ibridi, potrebbe anche essere configurata come un veicolo elettrico a trazione integrale con un motore alle due estremità e offrire prestazioni molto più elevate rispetto a e2008 e Opel Mokka.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share