Alfa Romeo Giulia e Stelvio: nuove generazioni sempre più probabili

Il debutto non prima del 2024
alfa-romeo-giulia-stelvio

Al momento, Alfa Romeo non ha ancora confermato quale sarà il futuro delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio. I due modelli di segmento D del marchio italiano si avviano a vivere gli ultimi anni della loro carriera. In attesa di capire se la casa italiana porterà o meno sul mercato le varianti mild hybrid dei due modelli, è già tempo di guardare al futuro ed alle nuove generazioni dei due modelli.

Alfa Romeo dovrebbe rivelare il suo piano industriale per il quinquennio 2022-2026 ad inizio del prossimo anno, probabilmente in parallelo al lancio del primo modello, l‘Alfa Romeo Tonale. Il piano prevede la realizzazione di 5 modelli in 5 anni. Di questi modelli sono confermati, per ora, solo il Tonale ed il B-SUV in arrivo nel 2023. In queste ultime settimane del 2021, però, cresce la possibilità di registrare il debutto di nuove generazioni di Giulia e Stelvio.

Alfa Romeo Giulia e Stelvio
Alfa Romeo Giulia e Stelvio

Le nuove generazioni di Alfa Romeo Giulia e Stelvio si faranno?

Stellantis ha già (quasi) pronta la base di partenza su cui poter realizzare le nuove Giulia e Stelvio. Si tratta della piattaforma Large, nuovo punto di riferimento dei modelli di segmento D ed E del gruppo per i prossimi anni. Tale piattaforma sarà pronta dal 2024, giusto in tempo per registrare il debutto delle nuove generazioni dei due modelli di casa Alfa Romeo.

Recentemente, inoltre, il CEO di Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato, ha confermato la volontà di dare un futuro a “modelli come la Giulia” sottolineando, quindi, la volontà di realizzare un progetto che, a tutti gli effetti potrebbe essere la nuova Giulia. Per quanto riguarda lo Stelvio, modello che ha ottenuto buoni riscontri commerciali, la realizzazione di una nuova generazione appare scontata.

Entrambi i modelli di segmento D verranno realizzati anche in versione elettrica, contribuendo a completare la transazione di Alfa Romeo verso soluzioni elettrificate. Ricordiamo che il Tonale potrà contare su varianti mild hybrid e su di una versione plug-in hybrid mentre il B-SUV sarà elettrico al 100% (ma arriveranno anche versioni benzina).

Giulia e Stelvio dovrebbero essere, rispettivamente, il terzo ed il quarto modello del nuovo piano industriale di Alfa Romeo. Con i nuovi modelli di segmento D, la casa italiana potrà guardare al futuro con maggiore fiducia. Forte degli investimenti garantiti da Stellantis, infatti, Alfa Romeo potrà supportare al meglio sia la Giulia, magari con nuove varianti di carrozzeria, che lo Stelvio per incrementare ulteriormente la sua presenza sul mercato. Maggiori dettagli sul futuro arriveranno di certo nelle prossime settimane.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share