Una Ferrari F50 pronta a battere il record di vendite

Una delle 55 Ferrari F50 destinate al mercato americano verrà messa all’asta a fine mese ad Amelia Island
Ferrari F50
Ferrari F50

La Ferrari F40 ha sempre ricevuto molta pubblicità, anche adesso e giustamente. Con il suo stile perfetto per il periodo in cui è stata lanciata (’87 -’92), un V8 da 2,9 litri da urlo e numeri di produzione bassi, è uno dei modelli del cavallino rampante più belli che l’azienda abbia mai prodotto. Ma il suo successore, la Ferrari F50, era più veloce, più potente e e le sue unità, 349, erano ancora più limitate di quelle dell’icona degli anni ’80. Alla fine di questo mese, una Ferrari F50 sarà in vendita ad Amelia Island.

La Ferrari F50 è stata lanciata in occasione della celebrazione del 50 ° anniversario della casa automobilistica italiana. Lo stile della vettura deriva dal concept Ferrari Mythos del 1989, che ha utilizzato una piattaforma Testarossa modificata, con innumerevoli ore trascorse nella galleria del vento con la casa di design Pininfarina. La forma Mythos è rimasta, ma la F50 ha ottenuto un design più sinuoso con fari del proiettore, prese d’aria profonde nel cofano e una grande ala come la F40 che la precedeva.

Invece di un 2.9 V8, la F50 ha ottenuto un V12 aspirato da 4,7 litri, che era correlato al motore di Formula 1 dell’azienda che Alain Prost ha portato a cinque vittorie nella stagione 1990, arrivando al secondo posto in classifica dietro al campione Aryton Senna. Il V12 da 65 gradi, posizionato appena davanti all’assale posteriore, produceva 512 CV e 347 Nm di coppia.

Quella potenza è stata alimentata attraverso una trasmissione manuale a sei velocità, un differenziale a slittamento limitato posteriore e alle ruote posteriori. Era 4 secondi più veloce nel circuito di prova della Ferrari rispetto alla F40.

La Ferrari F50 era dotata di freni Brembo e doppi bracci trasversali di lunghezza disuguale a tutti e quattro gli angoli, insieme agli ammortizzatori Bilstein adattabili elettronicamente. L’ F50 non aveva il servosterzo e il peso era così importante che il carburante era contenuto in una borsa da serbatoio Sekur di tipo aeronautico. Con una monoscocca in fibra di carbonio, la F50 era arrivata a poco più di 3.000 libbre a vuoto.

All’interno, il cruscotto era un pannello in fibra di carbonio con tre prese d’aria. Aveva il riscaldamento, ma niente radio e niente aria condizionata. Tuttavia, aveva un tettuccio targa rimovibile. Una leva del cambio in metallo gated si trovava tra il passeggero e il conducente, mentre le soglie delle porte extra larghe rendevano l’entrata e l’uscita un po’ complicata.

Questa Ferrari F50 in particolare, telaio n. 103992, era solo una delle 55 destinate al mercato americano, con una produzione totale di appena 349 vetture. Per riferimento, la Ferrari ha prodotto più di 1.300 coupé F40. Questa è la 48a F50 prodotta. Essa uscì dallo stabilimento di Maranello il 15 dicembre 1995 per essere consegnato alla Ferrari North America a Englewood Cliffs, New Jersey. Si ipotizzano cifre record.

Ferrari F50
Ferrari F50

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share