Mercato

Tavares: PSA-Fiat Chrysler non hanno intenzione di sbarazzarsi di nessun marchio

Fiat Chrysler e PSA

PSA, gruppo transalpino proprietario di Peugeot e Citroen e Fiat Chrysler stimano i risparmi derivanti dalla fusione in un’unica società a 3,7 miliardi di euro. Tavares ha anche assicurato che non vedeva la necessità per la nuova società di sbarazzarsi di alcuno dei propri marchi. Il numero uno di PSA ha sottolineato che le società partecipanti alla fusione faranno di tutto per ottenere l’approvazione della fusione da parte dell’Unione europea.

Carlos Tavares ha detto che in caso di fusione FCA e PSA non si sbarazzeranno di alcun marchio

Tavares ha sottolineato che, dato il numero di approvazioni necessarie per la transazione, non sarà possibile chiudere la fusione in meno di un anno. Tuttavia, ha annunciato che l’accordo vincolante sarebbe stato firmato nelle prossime settimane.

Insomma sembra scongiurato l’addio a qualche marchio tipo Lancia che qualcuno aveva paventato nei giorni scorsi come conseguenza della fusione tra Fiat Chrysler e PSA. Qualche dubbio rimane sulla riduzione dei dipendenti sebbene entrambi i gruppi abbiano escluso di voler chiudere impianti o licenziare personale in seguito alla fusione.

Ti potrebbe interessare: Fiat Punto in futuro torna in versione elettrica grazie alla piattaforma PSA?

Notizie Correlate
Mercato

Gli USA esamineranno l'accordo FCA-PSA sui legami con la Cina

Mercato

FCA-PSA: la fusione per il quarto gruppo più grande al mondo

Mercato

FCA: in arrivo i pickup per la Cina?

Mercato

Black Friday: offerte per i dipendenti FCA in arrivo