Tavares non vede ostacoli alla fusione tra FCA e PSA

Tavares ha affermato che non ci dovrebbero essere ostacoli da parte dell’antitrust alla fusione tra FCA e PSA
Fiat Chrysler e PSA
Fiat Chrysler e PSA

 Il gruppo PSA e Fiat Chrysler Automobiles hanno presentato 14 delle 24 domande alle autorità antitrust nel tentativo di completare la loro fusione nei prossimi 12-15 mesi, ha dichiarato Carlos Tavares, CEO di PSA. Due aree di potenziale preoccupazione per l’antitrust sono il mercato dei veicoli commerciali leggeri in Europa e le vendite di piccole auto nell’Europa meridionale. I marchi del gruppo PSA detengono una quota del 25,1 percento del mercato europeo dei furgoni e FCA ne detiene una quota del 10 percento circa. PSA e FCA producono già congiuntamente furgoni di medie dimensioni in Italia.

Il segmento delle minicar europee, che è particolarmente grande in Italia, è guidato da due modelli Fiat, la Panda e la 500, e PSA ha tre modelli nella top 10. Insieme, PSA e FCA avevano una quota di mercato del 46% nel segmento nel 2019, ovvero circa 510.000 vendite per un totale di 1,1 milioni, secondo i dati di JATO Dynamics. Tavares ha affermato che non vi è stato ancora alcun riscontro da parte dei regolatori e che non sono state identificate aree problematiche. “Non abbiamo motivo di credere che ci saranno problemi, anche dal lato LCV”, ha detto. “Ma la nostra posizione è molto semplice: qualunque cosa dobbiamo discutere o modificare, lo faremo.”

Dopo la chiusura della fusione, “decideremo qual è il modo migliore per andare sul mercato, mappare il mercato, coprire il mercato, ridurre l’eventuale cannibalizzazione”, ha affermato Tavares. “Per ora sono più entusiasta di ciò che possiamo fare di più piuttosto che di ciò che dovremmo fare di meno”, ha detto. Un’area di maggiore collaborazione riguarderà i veicoli elettrici e la conformità alla CO2. Il gruppo PSA è “sulla buona strada” per far fronte alle emissioni UE 2020-21 con i propri modelli, ha detto Tavares, mentre Fiat Chrysler si basa in parte sui crediti acquistati dalle vendite di auto elettriche Tesla in Europa e non ha molti modelli elettrificati nel suo prodotto tubatura.

PSA sta collaborando con la compagnia petrolifera Total su due fabbriche di celle a batteria che dovrebbero entrare in produzione nel 2023 e Tavares ha affermato che tali fabbriche forniranno i prodotti delle società unite. “Abbiamo intenzione di proteggere la nostra nuova società da eventuali problemi strategici derivanti dalla fornitura di batterie”, ha detto. Ha indicato Opel come modello per ridurre le emissioni di Fiat Chrysler, rilevando che le emissioni di CO2 della flotta di Opel erano diminuite di 20 grammi nel 2019, spostando rapidamente modelli come la Corsa sulle piattaforme più efficienti di PSA e interrompendo la GM altamente inquinante. modelli sviluppati. PSA e FCA hanno siglato un accordo a dicembre per creare la casa automobilistica numero 4 al mondo. Le case automobilistiche sperano di sigillare la fusione all’inizio del 2021.

Leggi anche: Dongfeng estende la JV con PSA nonostante la vendita di quote per favorire la fusione con FCA

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share