Stellantis riduce le attività produttive di Grugliasco

Parte delle attività verranno spostate a Mirafiori
stellantis grugliasco

In attesa di capire quali saranno le scelte del per il futuro e, in particolare, i primi modelli di nuova generazione che entreranno in produzione, lo stabilimento Stellantis di Grugliasco si prepara a registrare la perdita di parte delle attività nell’ambito di un programma di razionalizzazione voluto dal CEO Carlos Tavares con l’obiettivo di contenere i costi degli stabilimenti italiani del gruppo.

La conferma è arrivata da alcune indiscrezioni riportate dal Corriere della Sera. Secondo tali indiscrezioni, per ridurre i costi, è previsto lo spostamento da Grugliasco a Mirafiori dei reparti di montaggio e verniciatura. Tale spostamento di completerà nel corso del 2021 permettendo un taglio immediato dei costi di esercizio dello stabilimento.

Da notare, inoltre, che a Grugliasco resteranno (almeno per ore) le attività legate al reparto di lastratura per via dell’impossibilità di realizzare le scocche di Quattroporte e Ghibli nel vicino stabilimento di Mirafiori. In questo modo, sarà possibile avviare una necessaria, secondo la dirigenza di Stellantis, politica di contenimento dei costi e di ottimizzazione del sistema produttivo del polo torinese.

Secondo quanto emerso in queste ore, alcuni lavoratori avrebbero già cambiato reparto (e stabilimento). Parte della forza lavoro è stata spostata sulle linee della 500 Elettrica e del Levante, modelli prodotti a Mirafiori. Il riassetto delle attività produttive è già iniziato e dovrebbe completarsi nel corso dei prossimi mesi, anche in considerazione delle novità che arriveranno a Mirafiori.

Ricordiamo, infatti, che nello stabilimento di Mirafiori è prevista la partenza della produzione della nuova Maserati GranTurismo, modello che in futuro arriverà anche in versione elettrica. La nuova sportiva del Tridente potrebbe debuttare tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022. Successivamente, inoltre, arriverà anche la GranCabrio di nuova generazione, arricchendo ulteriormente le attività produttive per Mirafiori.

A Grugliasco, invece, per ora non ci sono modelli in arrivo in breve tempo. Sarà necessario attendere ancora qualche mese per scoprire quali saranno le scelte di Stellantis per il futuro dello stabilimento.

Maserati GranTurismo
Maserati GranTurismo

Quali novità per il futuro di Grugliasco?

C’è molta incertezza sul futuro di Grugliasco. Lo stabilimento può contare oggi su circa 1.300 addetti (500 unità in meno rispetto al 2013) registrando un costante ricorso alla cassa integrazione. Attualmente, a Grugliasco si producono la Ghibli e la Quattroporte, modelli che da tempo sembrano essere giunti nella parte finale della loro carriera.

Il piano industriale di Maserati del 2019 anticipava l’arrivo di una nuova Quattroporte per il 2023 ma Stellantis non ha ancora confermato i nuovi piani di sviluppo. Per la Ghibli, invece, non ci sarà una nuova generazione. Il ruolo di entry level di Maserati sarà preso dal Grecale che verrà prodotto da fine 2021 a Cassino.

Lo stabilimento di Grugliasco, quindi, attende di conoscere il suo futuro. Per il sito serviranno tanti nuovi investimenti per creare un polo industriale in grado di garantire volumi sufficienti per soddisfare le capacità produttive dello stabilimento. Maggiori dettagli dovrebbero arrivare con il piano industriale di Stellantis atteso tra fine 2021 e inizio 2022.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share