Stellantis registra nuovamente la Citroën C4 in Brasile

Stellantis ha registrato il crossover medio Citroen C4 parigino presso l’INPI, l’Istituto Nazionale di Proprietà Industriale del Brasile
Nuova Citroen C4
Nuova Citroen C4

Dopo aver registrato le immagini del design industriale della Nuova Citroën C4 in Brasile, la scorsa settimana, Stellantis ora ha registrato il crossover medio del marchio parigino presso l’INPI – Istituto Nazionale di Proprietà Industriale – pubblicato attraverso il suo settimanale. Diverse parti del crossover francese sono state registrate questa settimana, tra cui due modelli di fari, con lampade alogene e LED (tripla), oltre a guide posteriori a LED, specchietti, porte, tra le altre parti della finitura esterna e della carrozzeria.

Sebbene la registrazione dei brevetti sia propriamente una protezione dei diritti industriali per i costruttori di veicoli, servono anche a precedere l’arrivo di un nuovo prodotto. Nel caso della nuova C4 europea, l’aggiunta al portafoglio di Citroën in Brasile sarebbe vantaggiosa, anche se importata dall’Europa. Senza la C4 Lounge e le monovolume della famiglia, Citroën è stata svuotata nella sua gamma sopra la C4 Cactus, così come sotto, con l’assenza di C3 e Aircross. Inoltre, la vecchia berlina media è diventata un interessante crossover con una versione 100% elettrica, la ë-C4.

Infatti, oltre alla versione a combustione, in Brasile è stata registrata anche questa variante ë-C4, ciò conferma che se verrà, avrà anche un’opzione con un motore elettrico da 136 cavalli e 26,5 kgfm, oltre a 50 kWh al litio, batterie con 350 km di autonomia nel ciclo WLTP. Realizzato sulla piattaforma modulare CMP o EMP1, il nuovo C4 potrebbe anche essere prodotto qui, vista la sua architettura, soprattutto perché visto come un successore del C4 Cactus in Europa.

Ma i piani di Stellantis vanno nella direzione di piccoli derivati ​​dai progetti CC21 e CC24, il che è un peccato, perché il mercato dei SUV è in aumento. Ad ogni modo, il problema con la C4 europea è che ha un profilo meno familiare rispetto ai beniamini del mercato brasiliano: VW Taos, Toyota Corolla Cross, Ford Bronco Sport (e non Bronco, come induce Ford) e il leader Jeep Compass.

Come abbiamo suggerito in precedenza, Citroën potrebbe adottare la piattaforma CMP per creare un rivale per questi SUV di medie dimensioni, utilizzando l’architettura della Nuova C4, ma un corpo vicino nello stile e nel volume della C5 Aircross.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share