Stellantis investe nell’idrogeno per i veicoli commerciali del futuro

Il debutto dei primi veicoli è in programma per fine 2021
Stellantis-idrogeno

In attesa di scoprire quale sarà il piano industriale per i prossimi anni, iniziano ad emergere alcune scelte strategiche di Stellantis per il prossimo futuro. Il gruppo, infatti, ha scelto di investire nell’idrogeno che potrebbe diventare sempre più centrale in futuro, almeno per quanto riguarda i veicoli commerciali (settore in cui Stellantis è leader in Europa).

L’obiettivo di Stellantis è quello di creare una gamma di veicoli commerciali BEV (Battery Electric Vehicle) con batterie a ioni di litio. A questa gamma, l’azienda potrebbe affiancare una gamma parallela costituita da modelli FCEV (Fuel Cell electric vehicle) con celle a combustibile a idrogeno che alimentano un motore elettrico.

Si tratta di due soluzioni diverse ma che puntano allo stesso obiettivo: rendere più sostenibile il settore dei veicoli commerciali e, contestualmente, rafforzare il ruolo leader dell’azienda nel futuro. Secondo Stellantis, l‘idrogeno potrebbe rappresentare una soluzione più in linea con le esigenze dei veicoli commerciali che presentano un utilizzo intensivo e necessitano di maggiore autonomia rispetto ad altri veicoli.

Per realizzare l’infrastruttura, l’azienda può contare su di un importante investimento da parte del Governo francese. Per quanto riguarda l’architettura, per ora la soluzione adottata risulta più simile ai sistemi plug-in con alimentazione a idrogeno, una soluzione già sperimentata in passato da PSA. Faurecia, partner del progetto, prevede di realizzare diverse tipologie di serbatoi per l’idrogeno.

I primi veicoli a idrogeno di Stellantis saranno realizzati in Germania

Secondo i dati forniti daStellantis, con una cella a combustibile da 45 kW ed un motore elettrico da 136 CV è possibile registrare un’autonomia di 400 chilometri nel ciclo WLTP. I primi veicoli commerciali a idrogeno verranno realizzati nello stabilimento di Russelsheim in Germania. In futuro, inoltre, potrebbe arrivare anche una versione per passeggeri dei nuovi progetti.

Il primo veicolo dovrebbe essere prodotto entro fine anno. Per gli sviluppi futuri del progetto, in ogni caso, sarà necessario attendere il piano industriale del gruppo che arriverà tra fine 2021 e inizio 2022. Solo con il nuovo piano industriale scopriremo se gli investimenti nell’idrogeno si moltiplicheranno e se progetti simili verranno avviati anche in Italia.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share