Stellantis prevede licenziamenti per 400 lavoratori

Stellantis sta pianificando di licenziare 400 lavoratori nel suo stabilimento di SUV Jeep Cherokee a Belvidere
stellantis

Stellantis, citando la carenza globale di chip semiconduttori, sta pianificando di licenziare 400 lavoratori nel suo stabilimento di SUV Jeep Cherokee a Belvidere, nell’Illinois. La casa automobilistica, che possiede anche i marchi Ram, Chrysler e Dodge, ha dichiarato di aver informato mercoledì i lavoratori orari interessati, l’UAW e i funzionari governativi, come previsto dalla legge. I licenziamenti avverranno già il 14 gennaio, ha affermato la società in una dichiarazione fornita dalla portavoce Jodi Tinson.

Stellantis licenzierà 400 lavoratori a Belvidere

“Mentre continuiamo a bilanciare le vendite globali con la produzione della Jeep Cherokee prodotta nello stabilimento di assemblaggio di Belvidere (III.), che è stata ulteriormente esacerbata dalla carenza globale di microchip senza precedenti, Stellantis ha stabilito che sono necessarie ulteriori azioni di personale a seguito di cambiamenti nelle operazioni dell’impianto”, secondo la dichiarazione. “L’azienda farà ogni sforzo per collocare i dipendenti licenziati a ore in posizioni aperte a tempo pieno non appena saranno disponibili in base all’anzianità”.

I lavoratori in cassa integrazione ricevono circa il 77% della loro retribuzione, che varia a seconda delle circostanze individuali, a causa del contratto e dell’indennità di disoccupazione, secondo l’UAW. I messaggi in cerca di commenti sono stati lasciati per il presidente UAW Local 1268 Kevin Logan. L’UAW ha affermato in passato che il sindacato sta lavorando con le aziende per cercare di risolvere la crisi dei chip.

L’annuncio dei licenziamenti da parte di Stellantis a Belvidere segue un anno di significativa interruzione della produzione nello stabilimento, a circa 90 minuti di auto a nord-ovest del centro di Chicago. L’azienda gestisce un turno nello stabilimento, con 2.558 lavoratori, di cui 2.362 orari e 196 salariati.

La società non ha nascosto i suoi sforzi per dare la priorità alla produzione dei suoi veicoli più redditizi, come i pickup di fascia alta e alcuni SUV, mentre affronta la carenza di chip. Ma anche impianti come lo stabilimento di Sterling Heights Assembly, che costruisce il popolare pickup Ram 1500, sono stati colpiti quest’anno, evidenziando la portata del problema.

Le vendite negli Stati Uniti della Jeep Cherokee, che sono probabilmente influenzate dalla disponibilità, sono diminuite del 72%, da 40.981 a 11.592, nel terzo trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Stellantis ha affermato che la carenza di chip ha ridotto la produzione pianificata del 30% complessivamente nel trimestre.

Belvidere non è il solo a sentire la crisi del chip. Il mese scorso, Stellantis ha annunciato che avrebbe tagliato un turno in primavera nel suo Windsor Assembly Plant in Ontario, dove viene costruito il minivan Chrysler Pacifica. Il taglio dei turni interesserà circa 1.800 lavoratori a Windsor. La polizia sta indagando su un’esplosione la scorsa settimana in un’area di stoccaggio presso lo stabilimento di Windsor, che hanno descritto come un “atto intenzionale”. Nessuno è rimasto ferito. Dave Cassidy, presidente di Unifor Local 444, che rappresenta i lavoratori automobilistici canadesi, ha notato le recenti “notizie dure” e ha avvertito i suoi membri di non scatenarsi, in un post su Facebook.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share