Stellantis ottiene miliardi di dollari in nuove linee di credito

Stellantis ha annunciato venerdì di aver firmato una nuova linea di credito revolving di 12 miliardi di euro con un gruppo di 29 banche
stellantis

Stellantis sta aggiungendo miliardi di dollari al suo credito disponibile, mentre l’industria automobilistica continua a fare i conti con una carenza di microchip che colpisce la produzione di nuovi veicoli che non sembra rallentare. La casa automobilistica ha annunciato venerdì di aver firmato una nuova linea di credito revolving di 12 miliardi di euro con un gruppo di 29 banche. L’operazione prevede un ampliamento del credito che l’azienda aveva già a disposizione.

Stellantis, produttore di pickup Ram e SUV Jeep, è nato a gennaio dalla fusione di Fiat Chrysler Automobiles e il produttore di Peugeot PSA Group. Le nuove linee di credito sostituiscono una linea da 3,5 miliardi di dollari (3 miliardi di euro) tramite PSA e una linea da 7,4 miliardi di dollari (6,25 miliardi di euro) tramite FCA. Saranno divisi in due parti uguali, una con un mandato di tre anni e una con un mandato di cinque anni e l’opzione di estendere entrambi per un altro anno, ha detto la società.

Nell’annuncio dell’accordo, Stellantis ha evidenziato “l’aumento della liquidità complessiva del gruppo” nonché l’estensione dei termini. “Questa transazione di successo conferma il forte sostegno a Stellantis dalle sue banche di relazioni internazionali”, ha affermato la società in un comunicato stampa.

La società, che si sta preparando a pubblicare i suoi guadagni per la prima metà del 2021 il 3 agosto, ha emesso un rapporto finanziario ridotto per segnare la fine del primo trimestre, con l’aspettativa che il rilascio semestrale includa un pieno foto dei guadagni della società. In quella pubblicazione del primo trimestre di maggio, la società ha dichiarato di avere un fatturato netto di 41,2 miliardi di dollari (34 miliardi di euro) dalla fusione del 17 gennaio.

La mossa per garantire più credito fa eco alle azioni intraprese dalle società lo scorso anno quando i primi effetti della pandemia di coronavirus stavano colpendo l’industria automobilistica. Gli arresti della produzione automobilistica relativi al virus sono stati diffusi a livello globale la scorsa primavera, ma di recente, la scorsa settimana, Stellantis è stato invitato a interrompere un turno in uno stabilimento di furgoni Vauxhall nel Regno Unito per problemi di virus.

Ti potrebbe interessare: Stellantis: nuovi licenziamenti tra i fornitori italiani

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share