Stellantis investirà £ 100 milioni nella produzione di furgoni elettrici a Ellesmere Port

Stellantis produrrà furgoni elettrici nel suo stabilimento di Ellesmere Port con un investimento di 100 milioni di sterline
Vauxhall Ellesmere Port
Vauxhall Ellesmere Port

Arrivano buone notizie da Stellantis nel Regno Unito. Il gruppo automobilistico di Carlos Tavares produrrà furgoni elettrici nel suo stabilimento di Ellesmere Port con un investimento di 100 milioni di sterline che salvaguarda la fabbrica del Cheshire, a seguito di un accordo di finanziamento del governo britannico. La casa automobilistica, nata dalla fusione di quest’anno di PSA e Fiat Chrysler, proprietaria di Peugeot e Vauxhall, realizzerà versioni elettriche dei furgoni Vauxhall e Opel Combo presso la struttura, nonché della Citroën Berlingo e del Peugeot Partner.

Tuttavia, il gruppo ridurrà inizialmente le dimensioni dell’impianto e importerà batterie per i veicoli, anche se in futuro sarà aperto all’acquisto dagli stabilimenti del Regno Unito man mano che le sue vendite aumenteranno, secondo le persone informate sui suoi piani. Dopo mesi di colloqui descritti come “intensi”, i ministri hanno concordato un sostegno finanziario di circa 30 milioni di sterline per l’investimento di Stellantis, hanno affermato le persone informate sulle discussioni.

È il secondo grande investimento nel Regno Unito per veicoli elettrici ad essere annunciato in una settimana, dopo il progetto da 1 miliardo di sterline di Nissan per realizzare un modello elettrico e un impianto di batterie a Sunderland, e arriva mentre il governo cerca di aumentare gli investimenti nella produzione di batterie nel Regno Unito.

“Questo investimento di 100 milioni di sterline dimostra il nostro impegno nei confronti del Regno Unito e di Ellesmere Port”, ha affermato il capo di Stellantis, Carlos Tavares. “La produzione di veicoli elettrici a batteria qui supporterà una mobilità pulita, sicura e conveniente per i cittadini. Dal 1903 Vauxhall produce veicoli in Gran Bretagna e continueremo a farlo”.

Il segretario commerciale Kwasi Kwarteng ha definito l’investimento “un chiaro voto di fiducia nel Regno Unito come uno dei migliori luoghi a livello globale per una produzione automobilistica competitiva e di alta qualità”. La decisione di Stellantis salva lo stabilimento, che ha sofferto di un calo delle vendite e ha rischiato a seguito della fabbrica di automobili della Honda a Swindon e dello stabilimento di motori Ford di Bridgend, che hanno entrambi chiuso.

stellantis
Stellantis

Ti potrebbe interessare: Stellantis: a breve importante rivelazione

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share