Raikkonen: il ruolo di consulente del team “non avrebbe senso”

A causa del fatto che dovrebbe viaggiare così tanto, Kimi Raikkonen non è interessato a diventare un consigliere di squadra dopo il ritiro
Kimi Raikkonen
Kimi Raikkonen

A causa del fatto che dovrebbe viaggiare così tanto, Kimi Raikkonen non è interessato a diventare un consigliere di squadra dopo il ritiro. Il finlandese ha annunciato all’inizio di quest’anno che lascerà la griglia di Formula 1 alla fine della stagione 2021. Non è ancora chiaro cosa farà il prossimo anno e oltre e se correrà in un’altra serie o se metterà fine ai suoi giorni da pilota.

Il team principal dell’Alfa Romeo Frederic Vasseur non pensa che il suo pilota debba prendere decisioni affrettate, ma vorrebbe tenerlo in squadra in qualche modo. “Ho visto già che aveva alcune proposte da altre serie o cose”, ha detto Vasseur quando gli è stato chiesto se gli sarebbe piaciuto dare al finlandese un ruolo consultivo. “Penso che sia molto meglio lasciarlo calmare e poi avremo tempo per discutere. Sarei più che entusiasta di avere Kimi a bordo da qualche parte, ma penso che debba prendersi del tempo. Sarebbe un errore prendere una decisione oggi e dire ‘va bene, lo farò’.

Un certo numero di ex piloti hanno ricoperto tali ruoli in passato, con Niki Lauda alla Mercedes e Alain Prost che attualmente è consulente di Alpine. Tuttavia, non è qualcosa a cui Kimi sia particolarmente interessato a fare per il momento. Sa che dovrebbe essere presente alla maggior parte delle gare se dovesse fare quel lavoro, e questo è qualcosa che non vuole fare. Se lo facesse, dice, rimarrebbe solo un pilota.

“Non riesco a immaginare un ruolo del genere”, ha detto il 41enne in un libro del giornalista finlandese Heikki Kulta sui piloti della nazione. “Perché dopotutto sarebbe sempre lo stesso programma con la stessa necessità di viaggiare. In tal caso, se devo esserci ogni volta, preferisco continuare a guidare. “Non avrebbe alcun senso.”

Ciò non sorprende, dato che Iceman ha precedentemente affermato che il fitto programma è uno dei motivi principali alla base della sua decisione di ritirarsi. “Nessun piano. Non voglio che ci siano impegni”, ha detto ai giornalisti poco prima del Gran Premio d’Olanda.

Ti potrebbe interessare: Kimi Räikkönen torna in griglia al GP di Russia

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share