Mattia Binotto:
Mattia Binotto: "Un peccato usare il veto"

Mentre i team più piccoli hanno a lungo sostenuto i cambiamenti, in particolare quelli relativi al montepremi e alla spesa, i team più grandi, sicuramente in termini di aspetto tecnico, hanno sempre più sostenuto di restare così come sono. Il Team Principal Mattia Binotto chiarisce che è contro il passaggio a parti più standardizzate, aprendo così la porta all’open source. Mercedes insiste sul fatto che in un momento in cui le prestazioni del motore sono massimizzate, sarebbe del tutto sbagliato iniziare a fare cambiamenti negativi.

In vista delle modifiche del 2021 la Ferrari ha un asso nella manica, il suo famigerato potere di veto, che dà al produttore italiano il diritto di porre il veto a qualsiasi modifica delle norme già annunciate o introdotte (fatte salve alcune eccezioni).

Le parole di Mattia Binotto

Sostenendo che sarebbe un “peccato” usare il veto, il Team Principal della Ferrari, Mattia Binotto ammette tuttavia che rimane un’opzione per i casi estremi. “Abbiamo il veto e sarebbe un peccato usarlo“, ha detto l’italiano. “Non penso che sia questa l’intenzione, non penso che sia quello che stiamo cercando. Più importante è essere molto costruttivi“, ha continuato. “Abbiamo ancora un mese di tempo per affrontare i fondamenti entro la fine di ottobre (scadenza per l’approvazione del regolamento del 2021). Se per allora i regolamenti non saranno pienamente soddisfacenti, non credo che sarà un dramma perché abbiamo ancora tempo per affrontarli e migliorarli“.

Continua affermando: “Ci sono alcune cose che sono importanti per noi“, ha detto Binotto, “in primo luogo il grado di libertà sullo sviluppo, in particolare con le normative aerodinamiche, che riteniamo siano troppo prescrittive. Penso che questi siano i punti chiave e penso che ci sia ancora spazio per la collaborazione e per fare una scelta diversa rispetto a quanto è stato realizzato finora. Ancora una volta, siamo più concentrati nel cercare di collaborare e affrontare ciò che riteniamo fondamentale piuttosto che dire” abbiamo il diritto di veto” “.