Mattia Binotto valuta i progressi di Schumacher rispetto agli obiettivi pre-stagionali

Mattia Binotto si definisce soddisfatto di come sta imparando Schumacher
Mattia Binotto valuta i progressi di Schumacher rispetto agli obiettivi pre-stagionali
Mattia Binotto valuta i progressi di Schumacher rispetto agli obiettivi pre-stagionali

Il giovane della Ferrari Driver Academy Mick Schumacher sta emergendo e sta facendo buoni progressi nella sua stagione di debutto in Formula 1 con Haas, afferma il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto.

Schumacher ha vinto il campionato di Formula 2 dell’anno scorso, con la Ferrari che ha scelto di promuovere il proprio pilota della Driver Academy in F1 per correre in Haas nel 2021, la scuderia “cliente” per quanto riguarda i motori.

Ma con Haas che ha scelto di non sviluppare la monoposto del 2021, per consentire loro di concentrare completamente le risorse sul 2022 quando entreranno in vigore le nuove regole della F1, è stata una sfida per il 22enne mostrare le sue capacità.

Ci sono stati momenti difficili, come gli scontri in pista con il compagno di squadra Nikita Mazepin, e gli incidenti nelle prove libere in Ungheria, nelle qualifiche di Monaco e nel Gran Premio dell’Emilia Romagna. Ma ci sono stati anche momenti salienti, tra cui la sua prima apparizione nel Q2 al Paul Ricard e una performance combattuta in Ungheria – dove è andato ruota a ruota con Max Verstappen e George Russell – per il 12° miglior posto della carriera.

Intervista a Mattia Binotto

E dopo la prima metà della stagione, Binotto si è dichiarato felice” della prestazione del giovane tedesco, prima di invitarlo a continuare a spingere nelle ultime 12 gare dell’anno. “Per quanto riguarda Mick, abbiamo detto all’inizio della stagione che l’obiettivo per lui era prima di tutto non avere pressioni, ma assicurarsi che continuasse ad imparare“, ha detto Binotto.

Quindi il 2021 deve essere per lui un anno importante in termini di apprendimento. E penso che se guardiamo a quell’obiettivo, sta facendo bene. Penso che Mick dall’inizio della stagione stia facendo bene, sta imparando, sta progredendo. Ovviamente qualche errore, ma fa parte del processo di apprendimento. Nel complesso in termini di equilibrio finora possiamo essere contenti. L’importante per lui è continuare a crescere e progredire nella seconda metà della stagione. Ma sono fiducioso che possa farcela“.

La Ferrari ha mostrato forza e profondità impressionanti nei ranghi junior lo scorso anno, con Callum Ilott secondo dietro Schumacher in F2, con Robert Shwartzman quarto. Quest’anno è meno impressionante, Shwarztman è il loro principale contendente al terzo posto, a 17 punti dal leader Oscar Piastri, con Marcus Armstrong al 14°.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share