Maserati

Maserati ha svelato la sua nuova gamma Trofeo

Maserati Trofeo

Maserati ha svelato la sua nuova e ampliata gamma Trofeo, in un evento digitale ospitato ieri pomeriggio. Oltre ad aggiornare il SUV Levante Trofeo che è stato svelato lo scorso anno, due delle berline della casa modenese – Ghibli e Quattroporte – hanno ricevuto il trattamento Trofeo. Maserati ha utilizzato il canale YouTube Supercar Blondie per ospitare l’evento online, il secondo della casa automobilistica durante la pandemia di coronavirus (dopo il debutto della Ghibli Hybrid il mese scorso). Oltre a dire che la collezione Trofeo sarebbe “uno dei tanti eccitanti annunci che Maserati ha in serbo quest’anno”, ha definito il trio di vetture “una miscela quasi soprannaturale di velocità e potenza”.

Tutti e tre i modelli Trofeo utilizzano motori V8, rappresentando la prima volta per Ghibli, che di solito impiega un V6 biturbo. Anche la Quattoporte normalmente utilizza un V6, ma ha utilizzato un V8 per la versione GTS. Il nome “Trofeo” è stato utilizzato sporadicamente dalla Maserati per indicare i suoi modelli più competitivi. È stato utilizzato su una versione da corsa della Coupé all’inizio del secolo, ma indica una variante top di gamma più o meno allo stesso modo del nome Quadrifoglio dell’Alfa Romeo.

I V8 in questione sono unità da 3,8 litri con doppio turbocompressore, che possono raccogliere 570 CV. È un motore realizzato secondo le specifiche Maserati nella famosa fabbrica Ferrari di Maranello. Secondo quanto riferito, sarà una delle ultime unità Ferrari ad essere utilizzata in un’auto con il logo del Tridente, con il CEO della Ferrari Louis Camilleri che afferma che non rinnoverà l’accordo di fornitura una volta scaduto.

Il Cavallino Rampante ha fornito tutti i motori Maserati dal 2002 circa. Il motore è stato leggermente modificato per le berline a trazione posteriore, che sono le Maserati più veloci mai prodotte, con sia la Ghibli che la Quattroporte in grado di raggiungere velocità di 326 km orari. Le edizioni Trofeo, quindi, sebbene lussuose, sono anche molto performanti. Oltre a fare uso di un sistema IVC (Integrated Vehicle Control) che coordina i componenti del telaio per creare un’esperienza di guida più coerente e dinamica, c’è una modalità corsa che rende le cose ancora più sportive e l’inclusione di numerosi sistemi di assistenza alla guida.

Le edizioni Trofeo possono essere distinte dal resto della gamma per via di alcuni dettagli rossi sulle prese d’aria e la presenza di fulmini sul badge del Tridente che adorna i montanti C. C’è anche un look completamente ridisegnato nella parte posteriore della vettura, con un profilo del fanale posteriore “boomerang” ispirato alla 3200 GT e al concept Alfieri. Il cofano del Ghibli Trofeo ha seguito l’esempio del Levante Trofeo e ha ottenuto una coppia di condotti d’aria aggressivi per un raffreddamento più efficace.

All’interno, ci sono anche piccole modifiche, tra cui la presenza del nome Trofeo sui poggiatesta e rivestimenti in pelle pieno fiore più lussuosi di quelli inclusi nei modelli normali. C’è anche un nuovo pannello che mostra un’interfaccia esclusiva quando l’auto è accesa e schermi multimediali più grandi e ad alta definizione in entrambe le berline.

Notizie Correlate
Maserati

Maserati Levante: l'aggiornamento entro fine anno

Maserati

Maserati MC20 anticipa le sue forme scultoree in questo video

Maserati

Maserati Levantino immortalato

Maserati

Maserati MC20 avvistata prima del debutto di settembre