Magneti Marelli a Bielsko-Biała possibile sciopero

Marelli a Bielsko-Biała: nello stabilimento è iniziato un referendum tra i lavoratori per decidere se scioperare o meno
Marelli
Marelli

L’aumento dei salari per i dipendenti dello stabilimento Marelli di Bielsko, che produce sospensioni e ammortizzatori non solo per Fiat, è richiesto dai sindacati. Il datore di lavoro non vuole soddisfare le loro richieste, quindi nello stabilimento è iniziato un referendum per decidere un eventuale sciopero. I lavoratori decideranno se scioperare o meno. Il referendum durerà fino al 7 giugno.

Wanda Stróżyk, presidente dell’Inter-Enterprise Union Organization of the Solidarity Trade Union “Solidarity” Fiat Chrysler Automobiles, ha spiegato che il datore di lavoro ha dato ai dipendenti un aumento dal 1 ° marzo nella quantità di 0,77 groszy all’ora. Ma questo aumento non è soddisfacente per i dipendenti – ha sottolineato la presidente Stróżyk.

Il conflitto nello stabilimento Marelli a Bielsko, dove lavorano circa 600 persone, dura dal 26 aprile, quando l’interaziendale NSZZ Solidarność, sotto forma di controversia collettiva, ha chiesto un aumento della paga base di ogni dipendente di 2,50 PLN l’ora dal 1 aprile. Tuttavia, i negoziati non sono stati avviati. Pertanto, in conformità con le disposizioni della legge sulla risoluzione delle controversie collettive, i sindacalisti hanno deciso di indire un referendum di sciopero, perché uno sciopero può essere organizzato quando il datore di lavoro rende impossibile condurre trattative o mediazioni. La sua condotta richiede il consenso della maggioranza dei lavoratori in un referendum di sciopero.

 Un referendum di sciopero è valido se vi partecipa almeno la metà del personale. Pertanto, ogni dipendente, nel proprio interesse ben compreso, dovrebbe prenderne parte. Perché qui sono i suoi soldi! – ricordano i sindacalisti.

Wanda Stróżyk ha affermato che il datore di lavoro non ha voluto concedere aumenti importanti perché l’anno scorso ha subito perdite a causa della pandemia di coronavirus. Nel frattempo, l’anno scorso l’orario di lavoro è stato ridotto solo del 20% e praticamente le persone lavoravano sempre. Il lavoro qui è molto duro, i salari non sono esorbitanti. I dipendenti di Marella dovrebbero guadagnare il 20 per cento in più rispetto ai dipendenti delle società Fiat – ha sottolineato il presidente Stróżyk, aggiungendo che la società ha ricevuto anche il sostegno statale.

Recentemente, i sindacati sono riusciti a ottenere rilanci in un altro stabilimento di Fca, Marpol, che produce componenti per il motore 1.3 Multijet, prodotto dalla Fiat. Dal 1 ° luglio, i dipendenti riceveranno da PLN 450 in più.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share