Lancia alla pari con Alfa Romeo e DS? Stellantis lo considera un marchio premium

Lancia fa la sua comparsa nella sezione Premium di Stellantis insieme ad Alfa Romeo e DS Automobiles
Lancia
Lancia

Stellantis, il gigantesco gruppo automobilistico nato dalla fusione del Groupe PSA con FIAT Chrysler Automobiles, ha messo in funzione tutti i suoi macchinari. Sono tante le sfide che questa azienda deve affrontare e per il momento si è concentrata sul rendere chiaro come sarà la struttura del nuovo produttore. Soprattutto come sarà posizionato ciascuno dei numerosi marchi automobilistici che già operano sotto la guida di Carlos Tavares, il massimo leader di Stellantis .

Una delle prime sorprese che Stellantis ci ha lasciato in questi pochi giorni di attività è stato il trattamento che ha riservato alla Lancia. Le diverse aziende che compongono questo gruppo sono classificate in sette categorie. Sono i seguenti: Global SUV, marchi americani, Core, Upper Mainstream, Premium, Luxury e Mobility. Ebbene, la sorpresa arriva da dove è stata inquadrata la nota azienda italiana.

In questa classifica dei diversi marchi Stellantis, l’italiana Lancia fa la sua comparsa nella sezione Premium insieme ad Alfa Romeo e DS Automobiles. A priori possiamo trarre una conclusione davvero importante. Ed è che Stellantis mette Lancia allo stesso livello di Alfa Romeo e DS. Ma in questo momento Lancia può essere considerata un marchio premium? È una domanda che dobbiamo porci perché ci permette di collegarci direttamente con i movimenti che stanno avvenendo nell’azienda italiana.

La Lancia Ypsilon è attualmente l’unico modello della gamma Lancia. Prima di effettuare qualsiasi tipo di analisi o commento sul marchio, bisogna tener conto che essa opera solo in Italia. E anche se a priori può sembrare un handicap, la verità è che in più occasioni la casa piemontese ha sorpassato l’Alfa Romeo nelle vendite quando quest’ultima opera nel resto del Vecchio Continente.

In Italia la Ypsilon ha un prezzo di partenza di 12.505 €. Un prezzo decisamente accettabile all’interno della sua categoria, soprattutto se consideriamo quali sono i suoi principali rivali. Nel 2020 le vendite della Ypsilon hanno raggiunto le 43.033 unità, essendo la seconda vettura più venduta in Italia, superata solo dalla FIAT Panda. Questo risultato ha permesso a Lancia di essere tra i 15 marchi più venduti nelle concessionarie italiane. Un bel traguardo per un’azienda che opera in un solo mercato e la cui offerta è composta da un unico modello.

Guardando all’immediato futuro, la possibilità di accedere alla tecnologia Groupe PSA apre a Lancia tutta una serie di possibilità. Vari rapporti dall’Italia indicano che a medio termine l’azienda introdurrà un nuovo modello. Un SUV di segmento B che sarà utilizzato come punta di diamante per tornare in alcuni mercati europei. Un’offensiva di prodotto che sarà direttamente associata alla mobilità sostenibile.

In ogni caso, per Lancia si prospettano tempi molto interessanti. Soprattutto se si tiene conto di tutti i problemi, o meglio della “traversata nel deserto”, che ha dovuto affrontare quando ha deciso di “piegare le vele” e abbandonare tutti i mercati tranne quello italiano.

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler investirà 250 milioni di dollari in India per lanciare nuovi SUV

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share